The Witcher 3 – riprese sospese a causa del Covid

La terza stagione di The Witcher non ha attualmente una data d'uscita.

The Witcher è diventata in pochissimo tempo una delle serie cult del catalogo Netflix, seguita ed apprezzata da milioni di spettatori. Tratto dalla serie di romanzi omonimi – che ha dato vita anche a un franchise di videogiochi – lo show è giunto alla sua terza stagione. Terza stagione che, però, ha subito una battuta d’arresto durante le riprese. Il protagonista Henry Cavill, infatti, pare sia risultato positivo al Covid-19.

The Witcher 3 – Henry Cavill è positivo al Covid?

La scorsa settimana hanno infatti cominciato a circolare insistenti voci sulla positività di Henry Cavill al Covid-19. Notizia inizialmente non confermata né dal diretto interessato né da Netflix. Nei giorni scorsi, però, la società dalla grande N rossa ha rilasciato un comunicato ufficiale a THR, affermando che le riprese della terza stagione di The Witcher erano state interrotte a causa del Covid-19: “la produzione è sospesa a causa del COVID e saremo operativi non appena sarà sicuro farlo”.

Netflix, dunque, ha semplicemente confermato che il Covid ha raggiunto il set di The Witcher ma non ha confermato se sia stato proprio Cavill ad essere stato colpito dalla malattia. Al momento non è chiaro l’impatto di questo stop delle riprese sull’uscita di The Witcher. Solitamente, però, – negli ultimi tempi – i problemi legati a focolai di Covid si risolvono nel giro di un paio di settimane. La produzione, quindi, potrebbe riprendere presto i lavori e mantenere invariata la data d’uscita della terza stagione della serie, al momento però non ancora fissata. Le prime due stagioni sono invece già disponibili su Netflix.

Leggi anche The Witcher – Stagione 2: recensione della serie fantasy di Netflix

Una conferma della positività di Henry Cavill è arrivata però dal Comic-Con di San Diego. L’attore, infatti, sarebbe dovuto apparire durante il panel DC con notizie riguardanti il futuro di Superman. Cavill, però, non è mai apparso all’evento. Secondo la DC e Warner Bros. il suo coinvolgimento non era mai stato realmente previsto. Per scoprire lo stato di salute del “nuovo” interprete di Superman bisogna quindi aspettare una sua conferma ufficiale.

Articoli correlati