The Walking Dead: AMC vince la sentenza contro il creatore Robert Kirkman

Il creatore dei fumetti di The Walking Dead Robert Kirkman aveva presentato la causa nel 2017, insieme ai produttori Gale Anne Hurd, Glen Mazzara e David Alpert.

Da leggere

Come vestirsi ad Halloween 2021? I migliori costumi ispirati a cinema e serie TV

Se vi piace festeggiare Halloween, ma siete in crisi perché ancora non avete scelto il vestito giusto per una...

Asylum Fantastic Fest: l’edizione 2021 dal 28 ottobre al 1° novembre a Valmontone

L’Asylum Fantastic Fest è un festival che mira ad unire cinema, arti visive, musica, arti performative e letteratura, ma anche...

American Crime Story Impeachment: la storia vera dietro la stagione 3

Ha debuttato nel mese di ottobre su Sky American Crime Story: Impeachment, terza stagione della serie antologica dedicata al...

Block title

AMC vince la causa risalente al 2017 creata da Robert Kirkman, il creatore di The Walking Dead, per i profitti della serie

Un giudice ha dato una vittoria significativa ad AMC Networks per la sua battaglia di lunga data sugli utili di The Walking Dead. Il giudice della Corte Superiore di Los Angeles Daniel J. Buckley ha dichiarato che la rete via cavo era autorizzata a modificare le “entrate lorde rettificate” ai sensi dei suoi contratti con i partecipanti al profitto.

Il creatore dei fumetti Robert Kirkman aveva presentato la causa nel 2017, insieme ai produttori Gale Anne Hurd, Glen Mazzara e David Alpert, che hanno accusato la rete di abbassare i costi di realizzazione per autorizzare lo show per la produzione, presso gli AMC Studios.

Il giudice ha tenuto un “mini-processo” a febbraio e a marzo. AMC sostiene di aver effettuato i pagamenti corretti per la partecipazione agli utili secondo la sua definizione standard, e ha sostenuto che i querelanti stavano sollecitando il giudice a riscrivere il contratto dopo l’accaduto. Mercoledì, in una sentenza di 59 pagine, il giudice Buckley ha stabilito che la posizione di AMC è corretta. “Tutte le disposizioni contrattuali pertinenti sono inequivocabili e dimostrano che è vincolante”, ha scritto il giudice.

Il principale avvocato di AMC, Orin Snyder, ha dichiarato: “La decisione di oggi è una vittoria totale per AMC. Il giudice ha riscontrato a favore di AMC tutte e sette le questioni presentate durante il processo e ha confermato che AMC ha onorato i suoi contratti e pagato a Kirkman e agli altri querelanti ciò che dovevano. Come ha scoperto la corte, questi querelanti avevano gli avvocati e gli agenti più sofisticati di Hollywood e hanno ottenuto ciò che si aspettavano. Stiamo ora rivolgendo la nostra attenzione al processo a New York – che coinvolge affermazioni molto simili da parte di CAA e Frank Darabont – con la consapevolezza che il primo tribunale che ha tenuto un processo su questi temi si è pronunciato completamente a favore di AMC”.

Il caso di NY a cui si riferisce è quello presentato per la prima volta nel 2013 dallo showrunner Frank Darabont e coinvolge quasi $ 300 milioni di profitti non pagati.

Il caso di Los Angeles sarà ora sotto processo per le questioni rimanenti, a meno che le parti non possano risolvere la controversia in via stragiudiziale.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Ultime notizie

Come vestirsi ad Halloween 2021? I migliori costumi ispirati a cinema e serie TV

Se vi piace festeggiare Halloween, ma siete in crisi perché ancora non avete scelto il vestito giusto per una...

Articoli correlati