The Walking Dead: AMC decisa a tenere l’identità della vittima di Negan un segreto

Il finale della sesta stagione di The Walking Dead ha lasciato i fan con un grande colpo di scena. La AMC è quindi decisa a non permettere a nessuno di scoprire qualcosa prima del debutto della rivelatoria settima stagione. Lo studio è già normalmente abbastanza restio a rivelare notizie riguardo i suoi attori e le storie, ma per The Walking Dead 7 lo sarà ancora di più. Secondo quanto riporta THR, 11 membri del cast hanno girato scene di morte con lo scopo di confondere i fan. Solo quando saranno finite le riprese e si sarà arrivati in sala di montaggio sarà presa la decisione riguardo chi in realtà è ucciso da Lucille.

Il compito di tenere le cose al sicuro dai curiosi è diventato molto più complicato, questo a causa dell’uso diffuso di droni. Il produttore esecutivo Scott Gimple ha di recente condiviso alcune riflessioni a proposito, nella quali è evidentemente infastidito dall’utilizzo di questi congegni capaci di violare la privacy di chiunque, sul set e quotidianamente per la strada. Sonequa Martin-Green (Sasha) ha  già in precedenza rivelato che tante volte gli attori sono costretti ad indossare cappucci sul set. L’attrice ha poi aggiunto: “A volte sembra possibile aver capito tutto quello che accadrà in uno specifico punto della storia solo basandosi su quello che qualcuno sta indossando o quale sia il suo look – quindi, in questo caso, stiamo facendo tutto quello che possiamo per nascondere e proteggere la storia”. I fan dovranno rassegnarsi, non resta che aspettare il debutto della settima stagione per scoprire come procederà effettivamente la vicenda. Leggi anche Henry Rollins racconta il suo provino per Negan…

Articoli correlati