The Last of Us e il record di ascolti che nemmeno Il Trono di Spade era riuscito a fare

The Last of Us distrugge un record storico di ascolti su HBO che nemmeno Game of Thrones o House of the Dragon hanno mai raggiunto.

La premiere della scorsa settimana di The Last of Us è stata la seconda migliore premiere per una serie HBO in più di un decennio. La notizia di oggi è che il suo secondo episodio si è spinto oltre a quel record. I dirigenti della rete statunitense hanno annunciato che è la serie il cui pubblico è cresciuto di più dal primo al secondo episodio nell’intera storia di HBO.

Nello specifico, il secondo episodio (intitolato Infected) ha aggiunto 5,7 milioni di spettatori durante la sua premiere sulla rete statunitense, il che rappresenta un aumento del 22% rispetto ai 4,7 milioni della scorsa settimana. È già insolito che una serie cresca di spettatori dal primo al secondo episodio, ma questa crescita è piuttosto inaudita.

Per fare un confronto, Game of Thrones dal primo al secondo capitolo era passato da 2,2 milioni di spettatori a 2 milioni, ma da lì in poi aveva preso slancio e, alla fine della stagione, aveva già superato i 3 milioni di spettatori. Il recente prequel House of the Dragon, invece, è passato da 9,98 milioni di spettatori a 10,2 milioni. Piccoli aumenti rispetto a quelli ottenuti da The Last of Us.

Leggi anche The Last of Us: la serie conferma una delle teorie più diffuse

Sicuramente le recensioni entusiastiche da parte di pubblico e critica hanno aiutato. La serie, perfetto adattamento della serie videoludica di Naughty Dog, è già stata eletta la miglior serie di sempre dai fan. Inoltre, bisogna tener conto che i dati della premiere rappresentano solo una parte dell’audience totale della stessa (di solito quel numero oscilla tra il 20 e il 40%). Nel caso di The Last of Us il primo episodio è cresciuto fino a 18 milioni di spettatori, quasi quattro volte i suoi dati iniziali. Ora non ci resta che domandarci fino a dove si spingerà la serie.

The Last of Us in Italia è disponibile su Sky e NOW.

Fonte: espinof

Articoli correlati