The Crown, re Carlo e lo strano avvertimento a Netflix: “Non è un documentario”

Re Carlo III vuole che Netflix avverta gli spettatori che la stagione 5 di The Crown è una serie drammatica, non è un documentario.

Buckingham Palace non si fida di Netflix, o almeno così sembra dopo aver appreso della presunta richiesta da parte della famiglia reale in occasione dell’arrivo della prossima stagione di The Crown, la fortunata serie che, nella stagione 5, affronterà la turbolenta storia della principessa Diana.

Re Carlo III vuole che Netflix avverta gli spettatori che la stagione 5 di The Crown non è un documentario

The Crown Netflix - Cinematographe.it

Secondo The Telegraph la famiglia reale vuole che Netflix aggiunga un disclaimer per avvisare il pubblico che, quella che stanno per vedere, è una serie drammatica e non un documentario. “Quello che la gente dimentica è che ci sono veri esseri umani e vite reali al centro di tutto questo”, spiega un amico di re Carlo III, il quale crede che la nuova stagione della serie Netflix “sfrutti” gli eventi accaduti e che “non ha scrupoli a macchiare il reputazione del popolo”.

La quinta stagione di The Crown si prepara a un nuovo cambio generazionale, con un nuovo cast e nuove storie. Una delle serie Netflix più premiate tornerà con nuovi episodi, ma senza la regina di Olivia Colman, la quale ha passato il testimone a Imelda Staunton. Ma non sarà questo l’elemento del cast che ha messo in guardia il neo monarca, ma la presenza di Elizabeth Debicki nei panni di Lady Di e quella di Dominic West nei panni di Carlo.

La stagione 4 termina nel 1990, l’anno in cui Thatcher si è dimessa come Primo Ministro, quindi si prevede che la stagione 5 della serie ci riporterà negli anni Novanta, quando Lady Diana è venuta a mancare in seguito a un incidente d’auto (era il 1997), ma per scoprirne di più non ci resta che attendere la data di uscita della stagione 5: il 9 novembre 2022.

Fonte: fotogramas
Tags: Netflix

Articoli correlati