Stranger Things: una nuova featurette ci porta nella sua fotografia anni ’80

Temi, musiche, dialoghi e ambientazioni di Stranger Things sono indubbiamente anni '80, ma c'è un'altra cosa che è davvero perfetta: la fotografia

Scopriamo i dettagli della magica cinematografia della stagione 2 di Stranger Things

Collider ha diffuso in esclusiva una nuova featurette del dietro le quinte di Stranger Things 2 che ci porta a fare un tuffo nella cinematografia dello show. Dal momento in cui Stranger Things ha debuttato per la prima volta su Netflix e ha conquistato spettatori e critici, i fan sono rimasti incantati dal racconto fantascientifico anni ’80 che evoca i film classici dell’era d’oro di Amblin. Ma non sono solo la storia e i personaggi ad essere evocativi di film come E.T. o The Goonies: è anche la presentazione visiva.

I creatori, sceneggiatori, produttori e registi della serie, i fratelli Duffer, hanno fatto uno sforzo immenso per affrontare ogni stagione di Stranger Things come se fosse un lungo film, piuttosto che una serie, e questo ha portato ad adottare uno stile visivo molto cinematografico. Per stabilire il tono visivo della serie, i Duffer si sono rivolti al direttore della fotografia di Mr. Robot Tim Ives, che spiega in questa occasione come alcuni dei fotogrammi più iconici sono stati realizzati. Potete vedere la featurette qui sotto:

Ives, a fianco dei fratelli Duffer e di altri esperti coinvolti nella realizzazione di Stranger Things 2, spiega anche l’approccio visivo generale allo show, in questo video. In particolare entriamo a fondo in quella che è l’influenza anni ’80. Questo è uno sguardo davvero affascinante sul modo in cui Stranger Things 2 è stato realizzato da un punto di vista cinematografico ed è emozionante sentire le persone che sono state coinvolte nella creazione di una serie così popolare e complessa entrare nei dettagli di come è stato realizzato.

Articoli correlati