Sleepy Hollow 4×01 – Recensione season première: nuova era per lo show FOX?

Da leggere

Golden Globes: un ex presidente della Hollywood Foreign Press Association è finito nella bufera

Golden Globes: non c'è pace per l'associazione di giornalisti dietro i prestigiosi premi L'associazione dietro l'assegnazione dei Golden Globes, la...

Chloe: Erin Doherty di The Crown protagonista della serie Amazon

Amazon Prime Video presenta una nuova serie internazionale: Chloe Erin Doherty, che ha ottenuto il plauso della critica per la...

Animiamoci: torna il contest dedicato alle emozioni. Ecco come partecipare

Annunciata una nuova edizione di Animiamoci, il contest rivolto ai giovani autori ideato da Videocittà Un anno fa, in un...

Che Sleepy Hollow fosse in alto mare lo si era visto già nella scorsa stagione, la terza dello show FOX. Dopo le vicende, dal sapore auto-conclusivo, del season finale, le probabilità che la serie fosse riconfermata erano più che scarse. Con sorpresa di molti però, Sleepy Hollow è stata, poco dopo, confermata per una quarta stagione. La decisione del network ha stupito non poco, soprattutto se si pensi allo share sempre minore portato a casa dalla serie.

Con l’episodio Columbia, Sleepy Hollow prova a ripartire. Che sia l’inizio di una nuova era per lo show FOX?

La nuova stagione pone le basi su drastici cambiamenti. Anzitutto, come anticipato dal finale di stagione, Ichabod Crane viene portato a Washington dove “c’è bisogno di lui”. Prelevato da una segreta organizzazione, il protagonista deve affrontare un demone che minaccia la città. Qui fa conoscenza dell’Agente Diana Thomas, nuova co-protagonista di Sleepy Hollow dopo la dipartita del personaggio di Abbie Mills. Con Diana, vengono introdotti anche nuovi personaggi: Jake e Alex, curatori dell’Agenzia 355 che si occupa di forze sovrannaturali che minano la sicurezza nazionale. Viene introdotto anche un misterioso villain di nome Dreyfuss e la figlia decenne di Diana Thomas, Molly, stranamente legata ad Ichabod. I riferimenti col passato non mancano: Jenny Mills, sorella di Abbie, è l’unico personaggio che accompagna Ichabod Crane dalle prime stagioni.

Sleepy Hollow

Verso il futuro con lo sguardo volto al passato

La season première di Sleepy Hollow non convince del tutto. L’impianto narrativo dell’episodio di partenza è stagnato su uno scheletro ormai analizzato da tempo. La sceneggiatura è costruita su dialoghi fin troppo stereotipati e non espone la serie ad un vero e proprio cambiamento. L’incontro fra Diana ed Ichabod è sin troppo prevedibile, così come lo sviluppo iniziale della loro conoscenza. Il progresso narrativo dell’episodio in generale ricorda molto lo schema tipo della serie: minaccia, ricordo del passato, risoluzione.

Sleepy Hollow

Il fatto che la struttura narrativa della season première sia troppo legata al passato non costituisce necessariamente un’arma a doppio taglio. Da una parte, infatti, porta avanti la tradizione di Sleepy Hollow. Ciò che non convince, in questo momento, è il fatto che non si sia fatto molto per riportare la serie a vera nuova vita. Seppur la nuova location e i nuovi personaggi, Sleepy Hollow non sembra esser pronto ad una nuova partenza. I nuovi interrogativi, seppur curiosi, non pongono la giusta attenzione verso una serie che, a questo punto, ha molto da perdere.

Sleepy Hollow è chiamata a sfruttare al meglio la sua ultima possibilità di sopravvivenza

Il personaggio di Ichabod Crane sembra essere l’unico elemento che ancora mantiene a galla la serie. Tom Mison, ormai a proprio agio nel ruolo, rende il tutto più piacevole, seppur con parvenze di fatica. Non può, infatti, essere in grado di mantenere tutto sulle proprie spalle.

Cosa accadrà nel prossimo episodio? – LEGGI ANCHE – Sleepy Hollow 4×02 – Promo e immagini dall’episodio ‘In Plain Sight’ – Clicca QUI

Ultime notizie

Golden Globes: un ex presidente della Hollywood Foreign Press Association è finito nella bufera

Golden Globes: non c'è pace per l'associazione di giornalisti dietro i prestigiosi premi L'associazione dietro l'assegnazione dei Golden Globes, la...

Articoli correlati