Riverdale: un membro del team positivo al Coronavirus, sospese le riprese

Il coronavirus è arrivato anche a Riverdale: un membro della produzione è risultato positivo al test. Sospese le riprese durante gli accertamenti.

Riverdale, sospese le riprese a causa del Coronavirus

Le riprese di Riverdale sono state sospese dopo che un membro della produzione è entrato in contatto con una persona recentemente risultata positiva al test per il Coronavirus, anche noto come COVID-19, secondo quanto riportato da Warner Bros. Television. Non è chiaro se si tratti di un elemento del cast o della crew.

“Siamo stati messi a conoscenza che un membro del team di Riverdale, che viene prodotto a Vancouver, è stato recentemente in contatto con una persona risultata positiva al test per il COVID-19. La persona sta attualmente ricevendo tutte le valutazioni mediche”, ha detto un rappresentante di Warenr Bros. TV.

“Stiamo lavorando a stretto contatto con le opportune autorità e agenzie sanitarie in Vancouver per identificare e contattare tutti gli individui che potrebbero aver avuto qualche contatto diretto con il membro del nostro team. La salute e la sicurezza dei nostri lavoratori, cast e crew è sempre la nostra priorità. Abbiamo preso e continueremo a prendere le precauzioni per proteggere chiunque lavori nella nostra produzione in tutto il mondo.”

Riverdale: si infittisce il mistero sulla morte di Jughead Jones

“Per una maggiore cautela, la produzione di Riverdale è attualmente sospesa.”

Riverdale non è la sola produzione televisiva statunitense colpita dalla rapida diffusione dell’epidemia. Un mebro della crew della nuova serie di Fox neXt è risultato positivo al COVID-19 durante le riprese a Chicago. Disney Television Studios, produttore della serie, ha dichiarato di star lavorando per contattare chiunque possa essere venuto in contatto con tale persona.

Fonte: Variety

Articoli correlati