Ray Liotta: Taron Egerton racconta le fragilità dell’attore sul set di Black Bird

La miniserie di Apple TV+ è ispirata al libro biografico In with the Devil: A Fallen Hero, a Serial Killer, and a Dangerous Bargain for Redemption.

Ray Liotta, attore statunitense, è purtroppo morto per un infarto il 26 maggio 2022 mentre era a Santo Domingo, nella Repubblica Dominicana, mentre era impegnato nelle riprese del film Dangerous Waters, il nuovo lavoro di John Barr. L’artista, universalmente noto per il ruolo di Henry Hill in Quei bravi ragazzi (1990) di Martin Scorsese, nel corso della sua incredibile carriera si è fatto riconoscere anche per una parte in E.R. – Medici in prima linea, che gli è valsa un Emmy nel 2005. La scomparsa di una stella così folgorante della recitazione ha lasciato sgomenti colleghi e fan che hanno imparato a conoscere il divo nelle tante produzioni che lo hanno visto coinvolto.

Ray Liotta è scomparso il 26 maggio 2022 all’età di 67 anni

Ray Liotta

Tra le ultime interpretazioni che Ray Liotta ci ha regalato prima della sua scomparsa, è opportuno citare la sua partecipazione alla miniserie Black Bird di Apple TV+, dove ha lavorato affianco a Taron Egerton. In particolare, il divo ha incarnato il poliziotto James “Big Jim” Keene, il padre del protagonista, James Keene (Egerton), che viene incarcerato e al quale viene proposta un’offerta particolare. L’opera è ispirata al romanzo biografico In with the Devil: A Fallen Hero, a Serial Killer, and a Dangerous Bargain for Redemption, scritto dallo stesso James Keene. Una storia criminale raffinata che vede un ragazzo essere tentato dalla Polizia per ottenere la libertà, dopo una condanna di 10 anni: in cambio deve riuscire a far confessare il killer Larry Hall (che ha il volto di Paul Walter Hauser).

In una recente apparizione nel Jimmy Kimmel Live, Taron Egerton ha raccontato del rapporto che ha avuto con Ray Liotta sul set di Black Bird. In particolare, il giovane attore ha sottolineato che è stato terribile assistere alle tante fragilità della star, che lui ha sempre visto come un eroe, un mito. Di seguito trovate le sue parole nel dettaglio.

A volte gli attori possono essere… siamo un gruppo strano, facciamo cose strane, quindi ho pensato di lasciarlo fare, dargli il suo spazio, e dall’altra parte della stanza ha attirato la mia attenzione e si è alzato in piedi, camminava verso di me in una specie di modo fragile. Ha problemi di salute nella serie, e mi ha appena abbracciato, e siamo rimasti così per un po’. Era un po’ strano ma anche molto bello. Era una specie di eroe per me, e quando ho letto questa sceneggiatura c’è una relazione molto toccante e davvero disfunzionale al centro.

Che dire? Non vediamo l’ora di assistere alla performance finale di Ray Liotta che potremo vedere su Apple TV+ a breve, visto che Black Bird debutta sulla piattaforma streaming l’8 luglio 2022.

Leggi anche Ray Liotta e il dolce tributo della figlia: “Sei il migliore, papà”

Tags: Apple

Articoli correlati