paper girls cinematographe.it

Amazon ordina ufficialmente la serie basata sui fumetti Paper Girls, di Brian K. Vaughan e Cliff Chiang

È ufficiale. Amazon ha approvato la serie Paper Girls, basata sugli apprezzati fumetti sci-fi creati da Brian K. Vaughan e da Cliff Chiang, editi dal 2015. Ora in sviluppo, la serie live-action arriverà sul servizio streaming Amazon Prime Video, presumibilmente entro il 2022. Stephany Folsom, co-sceneggiatore di Toy Story 4, ha scritto l’adattamento e fungerà da co-showrunner insieme a Christopher Cantwell e Christopher C. Rogers. Brian K. Vaughan e Cliff Chiang, qui anche come produttori esecutivi.

Paper Girls segue le vicende di quattro giovani ragazze che, mentre sono fuori a consegnare dei giornali la mattina dopo l’Halloween del 1998, si trovano improvvisamente invischiate in un conflitto tra fazioni in conflitto formate da viaggiatori nel tempo, che farà intraprendere loro un’avventura attraverso il tempo che salverà il mondo. Mentre viaggiano tra il nostro presente, il passato e il futuro, incontrano versioni future di loro stesse e devono decidere se accettare o rifiutare il loro destino. Un’avventura emozionante in cui le ragazze e le donne che diventeranno alla fine scopriranno le loro vere identità, l’amicizia come valore autentico e un epico viaggio attraverso il tempo.

Brian K. Vaughan è un autore di best-seller e co-creatore di premiati e acclamati fumetti e graphic novel, tra cui il celebre Saga. In TV è stato produttore esecutivo dell’adattamento della serie di FX, Y: The Last Man, con Diane Lane, ed è stato consulente esecutivo alla serie di Hulu, Runaways.

“Da grandi fan di ciò che Brian e Cliff hanno creato in Paper Girls, non potremmo essere più entusiasti dell’opportunità di dare vita a questa incredibile avventura”, hanno affermato Folsom, Cantwell e Rogers. “Questa è una storia con così tanto cuore e così tanti colori e dimensioni uniche – la nostra sincera speranza non è solo quella di rendere giustizia al materiale originale, ma di rendere Paper Girls diversa da qualsiasi altra cosa attualmente in TV”.