Mischa Barton su The O.C.: “Mi sentii obbligata a perdere la verginità”

Mischa Barton ha recitato in The O.C. dalla prima stagione nel 2003 fino alla terza stagione del 2006, quando il suo personaggio è rimasto coinvolto in un incidente d'auto.

Mischa Barton ha parlato di The O.C. ed ha ammesso di essersi sentita forzata a perdere la verginità durante le riprese

Era il 2003 quando sul piccolo schermo debuttava The O.C., divenuta poi una delle serie più apprezzate e seguite dell’epoca. A distanza di quasi quattordici anni dalla sua conclusione, Mischa Barton, tra i  maggiori protagonisti dello show, è tornata a parlare degli anni in cui lavorava sul set al fianco di Benjamin McKenzie, Adam Brody e Rachel Bilson.

Leggi anche – The O.C.: Rachel Bilson e Melinda Clarke dicono sì ad un reboot

All’interno di un’intervista con Harper’s Bazaar U.K, l’attrice ha dichiarato:

Ho iniziato a preoccuparmi davvero di non poter interpretare il personaggio di Marissa se non mi fossi sbrigata a maturato un po’

In particolare, Barton si riferisce al fatto che The O.C. le abbia donato una enorme popolarità a livello internazionale, spingendola a sentirsi quasi obbligata a perdere la verginità prima che fosse realmente pronta. L’attrice britannica ha detto che stava “interpretando un personaggio sicuro di sé e scaltro” mentre lei era “ancora vergine”. Questo l’ha quindi fatta sentire come una sorta di “truffatrice” nei confronti del pubblico, dal momento che lei in realtà non era sessualmente attiva come il suo personaggio.

I ragazzi dello show erano tutti adolescenti americani ricchi e privilegiati, che bevevano, si drogavano e, naturalmente, facevano sesso. La perdita della verginità mi sembrava imminente, ero come un elefante nella stanza. Se mi sono mai sentita spinta a fare sesso con qualcuno? Beh, dopo essere stata inseguita da uomini più grandi, sulla trentina, alla fine ho perso la verginità. Mi sento un po’ in colpa perché ho lasciato che ciò accadesse. Ho sentito così tanta pressione, non solo dallo show ma dalla società in generale.

Queste parole di Mischa Barton arrivano poco tempo dopo che lei stessa ha affermato di aver subito “bullismo” da “alcuni degli uomini sul set” della serie che lei ha iniziato a girare quando aveva solo 17 anni. Il mese scorso, l’attrice ha detto a E! News:

C’erano persone su quel set che erano molto cattive con me. Non era l’ambiente ideale per una ragazza giovane e sensibile che in quel momento veniva anche spinta verso una grande popolarità da gestire.

Fonte: people

Articoli correlati