House of the Dragon – Stagione 2: ci saranno altri salti temporali?

Lo showrunner di House of the Dragon conferma che i salti temporali sono finiti. "Non ci saranno più re-casting" afferma dopo al finale della prima stagione.

La prima stagione di House of the Dragon è ormai terminata, così come i salti temporali. Lo showrunner della seguitissima serie fantasy ha dichiarato che non ci saranno salti temporali nella seconda stagione, già in lavorazione. Gli episodi della prossima stagione – che al momento non ha ancora una data d’uscita – fileranno tutti lisci, temporalmente parlando. A guerra già annunciata prepariamoci per ancora più sangue e dolore.

Dirò, come ricompensa per il nostro meraviglioso pubblico per averci seguito attraverso tutti i salti temporali e i re-casting, che abbiamo chiuso con quelli”, ha detto lo showrunner Ryan Condal a Deadline dopo il finale di stagione, andato in onda domenica. “Racconteremo la storia in tempo reale da qui in avanti.”

House of the Dragon dice addio ai salti temporali

House of the dragon stagione 2 cinematographe.it

La prima stagione di House of the Dragon ha mostrato al pubblico due salti temporali piuttosto importanti. La storia dei Targaryen è passata sotto agli occhi dei fan piuttosto velocemente, ma senza correre troppo. L’episodio 6, in particolare, ha fatto un balzo in avanti di 10 anni in cui le attrici Milly Alcock (Rhaenyra Targaryen) ed Emily Carey (Alicent Hightower) sono state rispettivamente sostituite da Emma D’Arcy e Olivia Cooke per il resto della stagione.

Ma lo showrunner Condal ha assicurato agli spettatori che D’Arcy, Cooke e il resto dell’attuale cast rimarranno al loro posto, per il resto della serie! Gli attori interpreteranno questi personaggi fino alla fine. Non stiamo rifondendo nessun personaggio. Non stiamo facendo enormi salti in avanti nel tempo. Ora siamo nella Danza dei Draghi e racconteremo quella storia”.

Leggi anche House of the Dragon, Matt Smith sulle scene di sesso: “non pensate alla moderna moralità”

Articoli correlati