Euphoria, Sydney Sweeney sulle scene di nudo: “Ho provato disgusto, ma ora decido io”

L'interprete di Cassie parla delle molteplici scene di nudo girate durante la serie Euphoria!

Euphoria è una serie molto particolare, incentrata su temi difficili e talvolta molto esplicita: ecco cosa ha detto l’attrice Sydney Sweeney sulle scene di nudo

La serie Euphoria, la cui seconda stagione ha già causato svariate polemiche per chi ha lo stomaco delicato, non è una serie per tutti. Già dalla prima stagione, un enorme successo di critica e pubblico nel 2019, molte sono state le polemiche che hanno infuocato il dibattito generale sulle tematiche trattate e sul modo in cui la serie approcciava ad argomenti molto delicati, quali la sessualità, l’abuso di sostanze e la salute mentale. Uno dei personaggi di Euphoria che il pubblico ha imparato ad amare è la bella, innocente e al contempo conturbante Cassie, interpretata abilmente da Sydney Sweeney.

Nella prima stagione, Sydney ha spesso girato scene di nudo, previste dal copione e importanti per la narrazione assegnata al suo personaggio. Secondo l’attrice, tuttavia, non tutte le scene girate chiedevano quel livello di nudità. Il copione ne prevedeva, infatti, anche alcune in più. Ma l’attrice, in completo accordo con il creatore Sam Levinson, ha espresso il suo parere, mostrandosi disponibile solo a girare il materiale che la faceva sentire a suo agio. Sydney ha affermato più volte di essersi sentita poco considerata in quanto attrice durante la prima stagione di Euphoria proprio a causa della sua ripetuta nudità.

Sam [Levinson] è straordinario” ha commentato Sydney durante un’intervista a The Independent, riferendosi alle sue posizioni riguardo la nudità gratuita espresse al creator di Euphoria. “C’erano dei momenti in cui Cassie avrebbe dovuto essere senza maglietta ed io facevo notare a Sam: ‘Non credo che sia necessario qui ‘ ” racconta l’attrice. “E lui mi rispondeva: ‘va bene, non ne abbiamo bisogno qui ‘ “. Ma non tutte le esperienze dell’attrice sono state così sane e piacevoli per l’attrice: “Ho avuto esperienze in cui volevo tornare a casa e grattare via l’intera giornata perché mi sentivo disgustosa. Non mi sentivo a mio agio con il cast“. La nudità in scena è sempre un argomento delicato, per fortuna Sydney in Euphoria ha trovato un ambiente sicuro.

Leggi anche Euphoria 2: ecco come è stata girata quella controversa scena di sesso

 

Articoli correlati