Emmy Awards 2019: ascolti più bassi di sempre per lo show

Gli ascolti della cerimonia di premiazione sono stati davvero molto bassi.

Per il sesto anno di fila gli Emmy Awards hanno perso consensi tra gli spettatori tv

La cerimonia di premiazione degli Emmy Awards 2019 ha segnato un record negativo tra gli spettatori, che sono calati inesorabilmente nel corso degli ultimi sei anni, e che hanno segnato il minimo storico per la cerimonia, con poco più di sei milioni di persone sintonizzate di fronte alla tv.

Le prime stime davano il calo circa al 23%, per quanto riguarda gli spettatori della cerimonia; invece poi, con le stime aggiornate, la serata di FOX ha visto un calo negli spettatori del 32 percento. Il che posiziona la serata di ieri al minimo storico, il peggior risultato di sempre per la premiazione. C’è da dire, come spiega anche il sito che ha divulgato la notizia, TvLine, che la premiazione è stata mandata in onda durante la serata del Football domenicale, seguitissimo.

Il Trono di Spade è stato il grande vincitore di quest’anno, con 12 trofei, seguito da Chernobyl (con 10 vittorie) della HBO, da The Marvellous Mrs. Maisel (otto), e da Fleabag di (sei statuette, quattro delle quali sono arrivate ​​nelle categorie principali, tra cui migliore commedia e migliore attrice protagonista).

Fleabag è una comedy di BBC e Amazon Prime Video creata, scritta ed interpretata da Phoebe Waller-Bridge. Fleabag, nomignolo della protagonista, è una donna goffa, cinica e con l’autostima sotto le scarpe che, dopo la morte della migliore amica Boo (Jenny Rainsford), gestisce a fatica una caffetteria londinese. La sua vita sentimentale è instabile e la sua famiglia è tutt’altro che normale: sua sorella Claire (Sian Clifford) finge di avere una vita perfetta ma in realtà nasconde una grossa frustrazione sessuale e un difficile rapporto con il cibo; suo padre (Bill Paterson) si è risposato con una donna odiosa, la classica matrigna cattiva delle favole (Olivia Colman).

Fonte: TvLine.com

Articoli correlati