better call saul cinematographe.it

Stando a quello che dice Peter Gould, Better Call Saul potrebbe terminare a breve

Ora che Jimmy McGill ha completato la sua transizione professionale in Saul Goodman, Better Call Saul ha finalmente ripagato la sua tanto attesa premessa. I fan della serie sono ora a chiedersi quanto della storia del prequel di Breaking Bad sia rimasta da raccontare?

Dopotutto, non solo i telespettatori hanno finalmente incontrato Saul, ma anche la quarta stagione ha visto il più grande salto temporale dello show, avvicinandosi al giorno in cui ha incrociato il cammino con Walter White. “Non posso dirti esattamente quanti episodi ci rimangono, ma penso che siamo vicini alla fine”, ha detto a TheWrap Peter Gould, produttore e co-scrittore della serie.

Breaking Bad ha funzionato ufficialmente per cinque stagioni, anche se quella stagione conclusiva è stata come un’espansione di 16 episodi distribuiti in due anni. Con l’eccezione della prima stagione, le stagioni di Breaking Bad erano più lunghe di quelle di Saul. AMC ha già rinnovato lo spin-off  per una quinta stagione, che Gould ha appena iniziato ad assemblare.

Gould ammette che lui e il co-showrunner (e creatore di Breaking Bad) Vince Gilligan stanno lavorando al finale dello show. “Non so se posso affermare di avere un piano preciso, o che Vince e io abbiamo un’idea di come finirà, ma posso dirvi che ne abbiamo parlato un sacco”.

Una parte di questo finale includerà il destino di Kim Wexler (Rhea Seehorn), l’ultima volta vista sbalordita e inorridita mentre assisteva in prima persona alla “nascita” del mostro che è Saul Goodman. Con Kim tra i pochi personaggi principali di Better Call Saul non visti in Breaking Bad, si pone la questione su quanto effettivamente avremo da vedere.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto