si accettano miracoli

Ciò che rende belli i film con Alessandro Siani, oltre alle fresche e divertenti battute, sono i meravigliosi luoghi campani. Prima con Benvenuti al Sud e ora con Si accettano miracoli, i luoghi di turismo della Campania non possono non essere contemplati. Ma sapete esattamente dove sono stati girate le scene del secondo film da regista di Alessandro Siani?

Se siete della Campania, molto probabilmente avete riconosciuto sul grande schermo moltissime di quelle zone visitate mille volte. Se, invece, venite da altre parti di Italia, potreste aver avuto più difficoltà nel capire di quali città si trattasse. Ecco che entriamo in scena noi di Cinematographe – FilmIsNow, pronti per dirvi quali sono quegli affascinanti luoghi che vi hanno fatto innamorare di Si accettano miracoli.

si accettano miracoli

Il film di Alessandro Siani è stato girato tra Napoli, Sant’Agata de’ Goti e nella Costiera Amalfitana, nello specifico nel paese di Scala, in prossimità di Ravello. Tutti conosciamo Napoli, sia i suoi lati negativi che positivi. Sant’Agata de’ Goti è, invece, un bel paesino in provincia di Benevento, ricco di strade e case moderne che si incastrano perfettamente nel paese più vecchio, fatto di contrade, masserie e frazioni di varie dimensioni. La chicca del film è però l’incantevole Costiera Amalfitana e, in particolare, il paese di Scala.

Si accettano miracoli: dove è stato girato il film di Siani?

Scala è il più antico paese amalfitano e dalla storia millenaria, tanto da contare un vasto patrimonio storico-culturale, senza tralasciare il suo avvenente paesaggio naturale.

si accettano miracoli

Così come è successo a S. Marco di Castellabate, anche Scala è diventata famosissima dopo l’uscita di Si accettano miracoli. Un paese che ha tanto da offrire ai suoi visitatori: qui si può esplorare la lunga storia che circonda e rende ancora più affascinante il paese più antico della Costiera Amalfitana, si possono fare lunghe escursioni a piedi circondandosi del verde della natura e dell’azzurro del mare.

Nei suoi film, quindi, l’intento di Alessandro Siani non è solo quello di far ridere i suoi spettatori. Il regista e attore riporta alla luce anche quei paesi forse messi un po’ all’oscuro dalle grandi città turistiche del mondo. Prima S. Marco di Castellabate, ora Scala della Costiera Amalfitana, è solo questione di tempo prima che un altro paese venga riscoperto grazie al cinema.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto