Marco Spagnoli parla di Franco Battiato – La voce del padrone [VIDEO]

Intervista al regista del documentario Franco Battiato – La voce del padrone presentato al Taormina Film Fest 68

Presentato alla 68esima edizione del Taormina Film Fest Franco Battiato – La voce del padrone, il nuovo documentario diretto da Marco Spagnoli, racconta il cantautore scomparso un anno fa e la sua influenza sulla cultura del nostro paese, attraverso testimonianze d’eccezione che ci restituiscono la storia e la personalità di Battiato. Il documentario, prodotto da RS Productions e ITsART, arriverà al cinema in autunno.

Ci troviamo davanti un artista che ha raccontato la propria arte in maniera diversa”, ci ha spiegato Spagnoli, “lui diventa popolare mantenendo un certo livello di cultura, infatti il documentario si apre con una decostruzione narrativa, musicale di Centro di gravità permanente che è impressionante. Mentre dirigevo questo documentario mi sono sentito fortunato perché esposto all’arte, al talento, a capire quanto Battiato fosse un genio”.

Che cosa rimane di Battiato oggi?Battiato a questa domanda rivolta da Vincenzo Mollica ha risposto: ‘Un suono’, il documentario si apre con un suono, si chiude con un suono perché io credo che la dimensione sonora e musicale di Battiato sia quella che in qualche maniera è già eterna. Io sono stato molto fortunato perché mentre giravamo questo documentario sembrava che tutto fosse guidato da qualcuno, sarà stato Battiato? Me lo auguro”.

Tra i prossimi progetti di Marco Spagnoli i documentari su Sophia Loren che uscirà il 20 settembre, “il documentario più importante mai realizzato sulla Loren che racconta tutta la sua carriera”, su Massimo Troisi e sulla storia degli Studio hollywoodiani in Italia, una storia mai raccontata prima.

La nostra intervista video a Marco Spagnoli

Articoli correlati