Ischia film festival - Cinematographe.it

L’Ischia Film Festival sarà il primo evento post Covid con ospiti in presenza. In questo anno particolare le dimensioni saranno ridotte, ma ciò che ci ha rincuorato ed è per noi motivo di orgoglio, segno del prestigio internazionale del festival, è stata la presenza di attori e autori che hanno accettato l’invito a presentare le loro opere davanti anche ad un pubblico ridotto. Questo è un segnale molto forte per noi e per il cinema”, questo uno dei punti che Michelangelo Messina, direttore artistico del Festival, ha voluto sottolineare in apertura della conferenza stampa dell’Ischia Film Festival, tenutasi online e che ha presentato le novità e gli ospiti di quest’anno.

Ischia Film Festival: online e live, il primo festival ibrido post Covid

Nonostante la forma ridotta di quest’anno rispetto a quella originaria che accoglieva una media di 740 persone grazie al coinvolgimento di cinque location, l’Ischia Film Festival che si terrà dal 27 Giugno al 4 Luglio accoglie con entusiasmo e determinazione la sfida di essere il primo evento cinematografico di rilievo nazionale a tenersi dopo l’emergenza, grazie anche ad una macchina lavorativa che non si è fermata. Anzi quest’anno la grande novità sarà infatti la presenza di una veste anche online del festival, iniziativa che sembra promettere molto bene dato anche un esperimento fatto in precedenza come ha spiegato ancora il direttore: “Nel mese di Marzo abbiamo avuto l’idea di mettere online per quindici giorni attraverso il nostro sito le opere di 84 autori che erano state selezionate nelle passate edizioni del festival. A distanza di due mesi 124.000 persone hanno visto i film, ed è un dato significativo: il web ha un suo seguito quindi, e speriamo che quelle persone ci seguiranno anche nel corso di questa edizione alle porte”.

La parte online del festival sarà infatti su un portale creato appositamente all’interno del sito del festival, dove saranno visibili giorno per giorno le opere in programma. Una sorta di sala virtuale a cui accedere e vedere le opere che saranno 79, tra genere finzione e documentario di cui 55 in concorso e 15 fuori concorso. Sono 31 i paesi ad essere coinvolti in queste produzioni tra cui anche paesi stranieri, come Bangladesh e la Bielorussia.

L’altra novità è rappresentata dalle sezione in concorso dedicata alle opere di animazione, rispondendo così ad una richiesta che già da qualche anno giungeva al festival, selezionate sempre secondo il filone principale del festival che è quello di raccontare l’identità culturale di un territorio attraverso l’audiovisivo. Introdotti quindi anche dei giurati ad hoc come Marino Guarnieri, tra gli autori dei film made in naples firmati Mad Entertainment, L’arte della felicità e Gatta Cenerentola.

Un cast tutto italiano per ripartire:la programmazione e gli ospiti dell’Ischia Film Festival 2020

Il cast quest’anno sarà tutto italiano per promuovere il cinema nostrano e per dare un segnale di ripartenza e di incoraggiamento ad un settore che sta affrontando grandi difficoltà. Tra gli appuntamenti più attesi il premio alla carriera a Sergio Rubini, che darà il via alla kermesse nella serata di apertura, ripercorrendo la sua carriera e raccontando il privilegio di aver lavorato con i grandi registi del cinema italiano.

Diversi poi gli ospiti che si alterneranno nella cornice del Castello Aragonese, introducendo le proiezioni in programmazione per la sezione Best of non competitiva: Francesco Di Leva il 27 Giugno per la proiezione de Il Sindaco del rione Sanità di Mario Martone, Lillo Petrolo il 28 Giugno per D.N.A – Decisamente non Adatti, Nando Paone il 29 Giugno per Il ladro di cardellini di Carlo Luglio, e ancora il 30 Giugno parte del cast de L’amica genialeStoria del nuovo cognome di Saverio Costanzo e Alba Rohrwacher, che sarà proiettato alla presenza di Gaia Girace, Margherita Mazzucco, Francesco Serpico e Giovanni Amura. A chiudere le ultime serate saranno Giampaolo Morelli il 2 Luglio nelle vesti di regista con 7 ore per farti innamorare, Alessandro Roia il 3 Luglio per Si muore solo da vivi di Alberto Rizzi, e Marco D’Amore il 4 Luglio per il suo esordio alla regia con L’immortale.

L'amica geniale - Cinematographe.it

Le proiezioni che si terranno nella Piazza d’Armi del Castello Aragonese saranno gratuite ma si accederà solo su prenotazione sul portale ischiafilmfestivalonline.it. Dai suoi 300 i posti disponibili saranno 100 per assicurare il distanziamento, e da normativa sanitaria all’ingresso sarà misurata a tutti la temperatura.

Tra gli appuntamenti anche quello tradizionale con il Cineturismo che si terrà venerdì 3 Luglio alla presenza della Film Commission della Regione Campania. Il tema dell’edizione anche guardando al futuro del comparto produttivo dell’audiovisivo sarà dedicato al tema Gli scenari futuri dell’audiovisivo del cineturismo post coronavirus.