Gabriele Muccino oltre Gli Anni più belli, dai social a Claudio Baglioni a… Netflix? [VIDEO]

In una speciale intervista video il regista de Gli anni più belli si confessa parlando di perdono, vita sui social e piattaforme online.

- Ultimo aggiornamento: 13 Luglio 2020 11:20 - Tempo di lettura: < 1 minuto

Dal 15 luglio torna in sala Gli anni più belli. Il nuovo film di Gabriele Muccino era già uscito il 13 febbraio su 300 schermi totalizzando appena prima del lockdown poco più di 5 milioni di euro d’incasso cavalcando l’ultima e più alta onda prima del Covid-19. Adesso 01 Distribution prende coraggio e rimette in pista un film che ha commosso e appassionato il suo pubblico.

Per l’occasione abbiamo incontrato il regista romano per parlare non solo del film, ma di alcuni sentimenti che esso rimarca, della presenza di Claudio Baglioni nel progetto e della sicurezza delle arene, che ora come ora sono i posti più controllati e “distanziati” dove stare.

Intervista video a Gabriele Muccino: “Un film sui social potrebbe essere interessante”

Il film Gli Anni Più Belli, il cui titolo coincide col brano scritto e interpretato da Claudio Baglioni, troviamo Pierfrancesco Favino, Micaela Ramazzotti, Kim Rossi Stuart e Claudio Santamaria nei panni di quattro amici le cui vicende vengono raccontate nell’arco di quarant’anni, dall’adolescenza all’età adulta.
Il regista ci ha raccontato la storia del titolo del suo film, il sodalizio con Baglioni col quale, ammette, vorrebbe passare più tempo. E ancora i progetti futuri, le nuove piattaforme e la romantica idea del cinema oltre, ovviamente, al rapporto e alla considerazione dei social network.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto