La diseducazione di Cameron Post: intervista alla regista Desiree Akhavan

Presentato alla Festa del Cinema Di Roma, il film di Desiree Akhavan sarà nei cinema dal 31 ottobre. Abbiamo intervistato la regista per parlare del suo film, La diseducazione di Cameron Post

- Ultimo aggiornamento: 23 Ottobre 2018 16:58 - Tempo di lettura: < 1 minuto

Nel corso della Festa del Cinema di Roma abbiamo fatto qualche domanda a Desiree Akhavan sulla sua nuova regia, La diseducazione di Cameron Post, nelle sale italiane dal 31 ottobre con la distribuzione di Teodora Film.

Il film ha vinto il Gran Premio della Giuria al Sundance Film Festival, e racconta la vicenda di una ragazza che, sorpresa ad amoreggiare con una compagna di scuola, viene confinata dalla famiglia in un istituto di rieducazione sessuale a sfondo religioso. Outing e repressione dell’identità sessuale vengono affrontate da questa regista in maniera sempre diretta ma delicata. Senza puntare a scioccare né a polemizzare colpendo a testa bassa. Invece tratta a modo suo l’argomento scegliendo una via di racconto molto vicina alla sensibilità di un’adolescente e a un sentire umano che supera le diversità e i pregiudizi con sentimenti semplici messi su grande schermo senza orpelli. Sorriso accogliente, e vista l’occasione un po’ spaesato per il clima sempre un po’ chiassoso di un festival, ci ha parlato del cast e del suo film in una video intervista.

Desiree Akhavan ci racconta perché ha scelto Chloë Grace Moretz in La diseducazione di Cameron Post e altri dettagli sul film nella nostra intervista video dal RomaFF13.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto