The Town: 5 “segreti” dietro le quinte del film con Ben Affleck

Uscito nelle sale italiane l’8 ottobre 2010, The Town è un film diretto da Ben Affleck e basato sul romanzo Il principe dei ladri di Chuck Hogan. Presentato fuori concorso alla 67ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, il film è ambientato a Charlestown, Massachusetts. L’ultimo colpo in banca di Doug MacRay e della sua banda di esperti ladri non è andato come previsto e i suoi compagni sono costretti a prendere in ostaggio la direttrice Claire. Dopo averla liberata, Doug cerca di rintracciarla per assicurarsi che la donna non rappresenti una minaccia dal momento che l’FBI è alle loro costole. L’uomo, però, si innamora di lei e decide di lasciare il giro d’affari, ma il boss malavitoso per cui lavora inizia a pretendere sempre più soldi. Nel cast troviamo anche Rebecca Hall, Jon Hamm, Jeremy Renner e Blake Lively.

Cinque curiosità sulle riprese di The Town

Le ricerche di Jeremy Renner

The Town; cinematographe.it

Per interpretare al meglio James “Jem” Coughlin, Jeremy Renner ha deciso di visitare diverse prigioni e di parlare con diversi ex detenuti per raccogliere più informazioni possibili sul suo personaggio.

Blake Lively troppo giovane

Per conquistare il ruolo di Krista Coughlin, Blake Lively ha dovuto lottare molto. Il suo personaggio nel film ha 37 anni, mentre lei all’epoca aveva solo 23 anni. Ma audizione dopo audizione, l’attrice è riuscita a conquistare la produzione, ma soprattutto Ben Affleck.

Le comparse “galeotte”

Nel corso di diverse interviste, Ben Affleck ha dichiarato di aver ingaggiato diversi ex detenuti come comparse.

I film a cui Ben Affleck si è ispirato

Nello scrivere e dirigere The Town, Ben Affleck si è ispirato a diversi film, come Heat di Michael Mann, Mystic River di Clint Eastwood, The Departed di Martin Scorsese, Point Break di Kathryn Bigelow, Gomorra di Matteo Garrone e The Friends of Eddie Coyle di Peter Yates.

Cambio di regia

La Warner Bros. inizialmente aveva scelto come regista Adrian Lyne. La casa di produzione decise di congedare il filmmaker dopo che quest’ultimo non riuscì a mantenere il budget del film sotto i 40 milioni di dollari e il running time sotto le due ore.

Articoli correlati