10 anni di Saturno contro: tutto quello che forse non sapete sul film di Ferzan Ozpetek

Saturno contro è il film di Ferzan Ozpetek del 2007 che vede il ritorno del regista dopo il successo e le emozioni che aveva generato nel pubblico con tre grandi lavori come Le fate ignoranti, La finestra di fronte e Cuore sacro.
In questo film, un grande cast, attori italiani tra i più apprezzati, alcuni all’epoca ancora non molto conosciuti come Luca Argentero e Filippo Timi.

La trama di Saturno contro è semplice: un gruppo di persone, dai caratteri simili e della stessa estrazione sociale, legati da una grande amicizia che dura da molti anni, si ritrovano di consueto a cena a casa di Lorenzo e Davide, coppia stabile e felice.
Un giorno, improvvisamente, un malore di Davide stravolgerà le vite di tutti.

A 10 anni esatti dall’uscita in sala di Saturno Contro (23 febbraio 2007) ripercorriamo insieme tutte le curiosità inerenti il film di Ferzan Ozpetek.

Calore in cucina 

La prima parte del film si svolge principalmente nella casa in cui vivono Lorenzo e Davide. Tanti sono gli attimi di serenità e quotidianità domestica e soprattutto tante sono le cene consumate in quel luogo. La cucina è in parte la protagonista calda, accogliente, ma  allo stesso tempo moderna e di gran gusto. Ma a chi apparterrà veramente? Ebbene, si tratta della cucina del regista, un luogo per lui molto importante, tanto che ha deciso di girare qui gran parte delle scene di Saturno contro. Il regista, infatti, ama cucinare e invitare gli amici a pranzo, lasciandoli accomodare nel suo terrazzo, dal quale si gode una vista su Roma magnifica. Questa sua consuetudine ritorna in Saturno contro come nota autobiografica del regista.

Roma e il quartiere Ostiense

Il quartiere Ostiense, dove il regista vive ed è a lui molto caro, ritorna anche qui. Un quartiere di trattorie e cucina tipica romana, in quartiere degli operai e degli artigiani. Un quartiere vicino al Mattatoio e ai Mercati Generali, dove si respira aria romana e di casa.
Una cornice perfetta per questo film, dove i concetti di casa, tradizione e familiarità fanno da sfondo sin dall’inizio, facendo da bussola a delle anime perse e irrequiete come quelle dei protagonisti.

Ritardi nella produzione

Saturno contro è stato molto atteso, con un cast altisonante e grandi aspettative. Ma, il pubblico ha dovuto aspettare più del dovuto perché le riprese hanno subito un ritardo di ben due mesi. Poi, una volta finita la produzione, la sua uscita è stata anticipata di un mese.

Che significa avere Saturno contro?

Oggi ho Saturno contro. Si dice, si sente dire. Saturno è il pianeta con la fama di guastafeste, perché crediamo che i suoi transiti incidano sui nostri umori e la nostra stabilità emotiva. E così anche in questo film di Ozpetek i protagonisti sembrano non trovare serenità, in una vita che li mette continuamente alla prova con delle giornate inverse in grado di stravolgere in un secondo le loro esistenze. Ma sarà veramente colpa di Saturno?

Stefano Accorsi, Margherita Buy, Serra Yilmaz, squadra che vince non si perde

Ozpetek ripropone le stesse atmosfere conviviali e famigliari che hanno stregato il pubblico con Le fate ignoranti, con il ritorno di Stefano Accorsi, Margherita Buy, Serra Yilmaz, un trio funzionante e ben amalgamato. Anche se nella pellicola precedente aveva sicuramente una forza maggiore.

Saturno contro: la colonna sonora che ha segnato il debutto di Neffa come compositore

La colonna sonora di Saturno contro oltre a essere bella da ascoltare, custodisce anche una particolarità, rappresenta infatti il debutto come compositore di Neffa e Riccardo Eberspacher. L’omonimo disco contiene canzoni dal retrogusto vintage, ricche di passione e allegria oltre alla cover di Je suis venue te dire que je m’en vais di Serge Gainsbourg interpreta da Carmen Consoli. Nella tracklist si trovano i brani Passione, Ad un passo dal mare, Le rose e la pietra, Attesa, Tema dei pianeti (parte 1 e 2) di Neffa ma anche  Zoo be zoo be zoo di Sophia Loren, Bitmemiş tango di Işın Karaca, Remedios di Gabriella Ferri e Pirlanta di Nil Karaibrahimgil.

Frasi da tenere a mente, soprattutto quando si ha Saturno contro

Se c’è una cosa che caratterizza tutti i film di Ozpetek quella è la profondità dei suoi personaggi, oltre alla già citata colonna sonora. E la personalità dei protagonisti spesso traspare dalle frasi. Sarebbero tante quelle da ricordare, ma vogliamo appuntarne solo una, quella più bella, forse retorica, ma fragile e tenera, forse anche un po’ crudele:

Ecco, ci sono momenti come questo in cui riesco a sentirmi felice, non so bene perché, ma vedere Davide insieme ai nostri amici mi fa sentire al sicuro, so cosa dicono, cosa pensano, e, anche se sono sempre le stesse cose, va bene così, non voglio sorprese, novità, colpi di scena, voglio che tutto rimanga come adesso, per sempre, anche se so che per sempre non esiste.

Saturno contro: uno dei film più premiati di Ferzan Ozpetek

A conti fatti il film più apprezzato del regista turco naturalizzato italiano è Le Fate ignoranti, ma Saturno contro rientra tra i film più apprezzati e premiati, essendosi accaparrato diversi premi prestigiosi come il David di Donatello ad Ambra Angiolini come Migliore attrice non protagonista, il Nastro d’Argento per la Miglior sceneggiatura a Ferzan Özpetek e Gianni Romoli, a Margherita Buy come Miglior attrice protagonista, ad Ambra Angiolini come Miglior attrice non protagonista e a Neffa per la Miglior canzone originale (Passione).

Saturno contro: quanto ha incassato al box office?

Il film ha incassato ben 7.740.000 €. Ecco gli introiti secondo quanto riportato da Mojo:

Spagna: $ 148,674
Rep. Ceca: $ 2,422
Francia: $ 33,446
Italia: $ 10,652,524
Slovacchia: $ 5,456
Svizzera: $13,518
Taiwan: $10,028
Turchia: $337,843

Saturno contro: trailer del film

Articoli correlati