Pirati dei Caraibi: 15 cose che (forse) non sapete sulla saga con Johnny Depp

Quanto ne sapete di Pirati dei Caraibi? Ecco una serie di curiosità e dettagli su tutta la saga che dal 2003 a oggi ha visto Johnny Depp nei panni dell'affascinante Jack Sparrow.

Onestamente, chi non ama Pirati dei Caraibi? E ovviamente parliamo di tutta la saga, da Pirati dei Caraibi 1, ovvero La maledizione della prima luna del 2003 passando per La maledizione del forziere fantasma (2006)Ai confini del mondo (2007) e Oltre i confini del mare (2011).

Ma perché piace così tanto? Sicuramente perché vanta un cast di serie A (Johnny Depp, Orlando Bloom, Keira Knightley), una serie di momenti esilaranti (e per lo più improvvisati), grande azione, fantastici costumi, storie d’amore e una colonna sonora che crea in ogni occasione un’atmosfera epica.

È passato un po’ di tempo dall’uscita dell’ultimo film e adesso siamo in attesa di vedere il quinto capitolo, Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar. Prima di buttarci a capofitto in una nuova avventura, vediamo però di scoprire le curiosità che si celano dietro gli altri film. Quanto segue potrà essere scontato per i fan più accaniti, ma non per tutti gli altri quindi aspettatevi delle sorprese!

16. Keira Knightley non pensava di essere adatta per la parte

All’inizio della saga Keira Knightley non si sentiva abbastanza qualificata per il suo ruolo, così alla partenza per le prime riprese ha portato con lei solo poche cose, convita che sarebbe stata subito rimpiazzata. Potrebbe anche darsi che non si sentiva all’altezza per i suoi 17 anni (dopotutto la maggior parte dei diciassettenni non si sente all’altezza per fare un sacco di cose, figuriamoci se ti chiedono di essere l’attrice principale di un kolossal che ha in previsione un sequel e che ha un budget enorme). Per fortuna Keira non è stata tagliata fuori e in fin dei conti ci ha regalato una straordinaria performance in tutti i film della saga. Si dice anche che sua madre l’avrebbe accompagnata sul set cinematografico per incoraggiarla durante le giornate di lavoro.

15. La scena del vaso di terra è stata completamente improvvisata

Uno dei momenti migliori della saga è nel film La maledizione del forziere fantasma è quello in cui il capitano Jack Sparrow chiama Davy Jones “faccia di seppia” e canta “Ho un vaso di terra”, agitando il vaso sul ponte della nave. Si scopre che la scena non era proprio nel copione e che è stata improvvisata da Johnny Depp. Effettivamente, quindi, le reazioni da parte dell’equipaggio erano le reali reazioni degli attori, perché nessuno se lo aspettava! Sembra che molte delle più divertenti scene del film siano quelle improvvisate!
Siamo davvero contenti che Johnny abbia deciso di entrare ancora di più nella parte del capitano Jack, cosicché potremo apprezzare il suo “vaso di terra” per sempre.

14. La teoria di Geoffrey Rush

Geoffrey Rush, l’attore che interpreta il capitano Barbossa, ha elaborato una teoria che ha tentato di mettere in pratica durante le riprese di Pirati. Convinto che la gente normalmente veda un film da sinistra a destra, proprio come come quando leggiamo, nelle riprese ha cercato sempre di mettersi nella parte sinistra della scena per essere notato prima dagli spettatori, soprattutto quando c’erano Keira Knightley o la scimmia. Certo Keira è bella e la scimmia divertente, ma di sicuro non ci saremmo dimenticati di Barbossa, anche se non si fosse sempre messo a sinistra della scena! E in più la sua teoria non è valida per quei paesi dove la gente legge da destra a sinistra. Voi che dite? L’avete notato più degli altri interpreti?

Leggi pure
Mississippi Burning - la storia vera dietro al film di Alan Parker

13. La polvere di cioccolato

Ricordate la scena del combattimento tra il capitano Jack Sparrow e William Turner quanto era polverosa? IMDB ha rivelato che si è deciso di usare del vero cioccolato per ottenere l’effetto di sporco sul viso di Orlando Bloom. I motivi per cui il cioccolato è stato utilizzato in sostituzione del trucco non è chiaro, così come la quantità di cioccolato utilizzato con lo stesso scopo nel resto del film. Probabilmente non è stato molto pratico dare ad ognuno dei pirati un trucco al cioccolato (che è comunque un grande spreco!), soprattutto se si pensa che nel film i pirati si rotolavano nel fango praticamente tutto il tempo. Però una cosa è certa: abbiamo un Orlando al cioccolato!

12. I pisolini di Keira sul set

Stare su una barca in mezzo al mare può essere rischioso, perché non si sa mai come il nostro corpo reagirà al movimento continuo delle onde. Una volta durante le riprese, Keira Knightley ha ammesso all’Empire Online di aver preso una pillola per evitare il mal di mare sul set. Questa soluzione però si è rivelata controproducente visto che dopo aver preso la pillola Keira era così assonnata da essersi addormentata sul set. Quando nell’intervista è stata presa in giro da Orlando, ha detto:

“Pensavo che sarebbe stato meglio prevenire che curare… È stato molto entusiasmante, la gente che vomitava da una parte e io che mi addormentavo dall’altra”

Insomma, Keira deve sempre distinguersi dagli altri, anche quando si tratta di mal di mare!

11. Il cast inizialmente doveva essere un altro

Ormai ci sembra che nessuno al mondo avrebbe potuto catturare l’essenza di personaggi come il capitano Jack Sparrow, Will Turner ed Elizabeth Swan meglio degli attori che li hanno interpretati. Tuttavia, all’inizio, molte delle star che conosciamo e amiamo nelle vesti di questi iconici personaggi non erano state scelte. Per esempio Stuart Beattie Disney ha dichiarato a Fox News che per il ruolo del capitano Jack originariamente si era pensato di prendere Hugh Jackman, ma che tuttavia si cambiò idea per paura che Jackman non fosse ancora abbastanza famoso nel 2003. Il ruolo era stato anche offerto a Robert De Niro, ma l’attore ha rifiutato. Anche se il cast originariamente sognato sarebbe stato interessante, siamo molto contenti per gli attori che abbiamo avuto effettivamente nei film!

10. Il tatuaggio di Orlando Bloom

Dai tempi de Il Signore degli Anelli: La compagnia dell’anello, nel 2001, Orlando ha un tatuaggio in elfico sulla parte interna del polso destro, in ricordo del film in cui ha recitato. Per la maggior parte delle riprese di Pirati il piccolo tatuaggio è coperto, ma in alcune scene di azione viene intravisto! È ciò che accade nella scena del combattimento, la stessa dove il viso di Bloom è coperto di cioccolato in polvere. Quando Will alza la mano per parare il colpo la sua camicia scivola leggermente sul braccio e il tatuaggio elfico viene fuori! Certo non è troppo grande o visibile, però un tatuaggio elfico non è proprio adatto a un gentiluomo inglese!

Leggi pure
Blue Jasmine: la spiegazione del finale del film di Woody Allen con Cate Blanchett

9. I marinai dell’Olandese volante sono interpretati da veri attori

Quando guardiamo l’equipaggio dell’Olandese volante potremmo pensare che non siano delle persone ad interpretare quei ruoli raccapriccianti e che tutto sia stato fatto in CGI. Però, secondo quanto afferma IMDB, questo è sia vero che falso. I membri dell’equipaggio erano persone reali, ma tutti indossavano degli abiti grigi motion-capture. Prima delle riprese, ogni attore veniva sottoposto a una scansione per poi animare le immagini al computer. Per quanto riguarda Davy Jones, parte dei suoi tentacoli erano reali mentre altri sono stati animati al computer. Per essere un film che è uscito a metà degli anni 2000, la CGI non è poi così male. Poteva essere molto, molto peggio.

8. Capitan Jack ha qualcosa da ridire sul francese

Uno dei momenti migliori della Maledizione della prima luna è la scena “Parlay”, dove il capitano Jack è intento a cercare la parola giusta da dire. Ciò che Jack stava cercando di dire era “parley”, che secondo il codice pirata concedeva a chi vi si appellava il diritto di non essere attaccato fino al termine delle trattative. A Jack viene in mente la parola e dice “parlay” (sbagliando quindi la pronuncia) e gli altri pirati lo guardano con la faccia di chi pensa “Chi mai al mondo direbbe Parlay?!”. Jack risponde prontamente che è colpa del francese. Nel film originale la scena finisce così, ma nelle riprese c’era anche un’altra parte che è stata tagliata. Su YouTube vediamo che Johnny Depp ha improvvisato un po’ anche in quel caso aggiungendo: “Hanno inventato la maionese”. Come se la maionese fosse una brutta cosa!

7. 45 Minuti per una scollatura da urlo

Il sessismo è ancora vivo, soprattutto a Hollywood. Quindi non ci sorprende che Keira Knightley abbia dovuto indossare un’imbottitura per il seno durante la maggior parte del film. Mentre molti di noi hanno avuto da ridire, a lei non sembra sia dispiaciuto. In un’intervista a Easy Living, ha affermato che l’effetto di un seno più grande è stato tutto merito del make-up.

“Hanno dipinto le mie tette per il film e penso che sia straordinario, perché è una forma d’arte che sta morendo. Infatti in passato c’erano intere sezioni di studi dedicati al make-up per il seno. E poi è stata la prima volta nella vita in cui ho avuto un seno grande senza nemmeno sottopormi a un intervento chirurgico”.

Cosa ancora più sorprendente, stando alle parole di Keira, è che l’intero processo è durato 45 minuti!

6. Il brufolo di Jack Sparrow

5. PIRATI DEI CARAIBI

In La maledizione della prima luna c’è un brufolo sul mento del capitano Jack Sparrow che, se guardiamo da vicino, durante il film diventa sempre più grande. Potremmo attribuirlo alla negligenza del make-up artist, ma in realtà si tratta di uno scherzo di Johnny e del suo truccatore! Visto che guardiamo questi film un’infinità di volte, abbiamo imparato a notarli. Se da una parte la maledizione del brufolo crescente è divertente, dall’altra ci chiediamo come gli sia venuto in mente.

Leggi pure
Le 25 canzoni Disney più belle di sempre

4. Le tante facce della scimmia Jack

Le parti dei film in cui ci sono gli animali sono di solito le nostre preferite, ma sicuramente le scene che hanno gli animali come protagonisti possono rivelarsi molto complicate da realizzare. Dal momento che questi animali non hanno lo stesso tipo di disciplina e abilità degli esseri umani, spesso c’è bisogno di molti studi precedenti alle riprese.

Questo è anche il caso della scimmia Jack, che nel corso dei due film è stata interpretata da quattro differenti scimmie. Fandom spiega che in La maledizione della prima luna le scimmie che hanno interpretato Jack erano Tara e Levi, mentre nel secondo film sono state sostituiti da Chiquita e Pablo. Ma più scimmie ci sono, meglio è! E tutte hanno fatto un ottimo lavoro interpretando il nostro pirata scimmia preferito.

3. Ai confini del mondo è stato il film più costoso

Al momento della sua realizzazione Ai confini del Mondo si è classificato come il film più costoso mai realizzato. Probabilmente al momento attuale non è più così, visto che i costi di produzione dei film si sono alzati sempre di più ogni anno.

Il costo totale del film è stato di circa $ 300.000.000, ossia più dei costi di realizzazione di tutti e tre i film de Il Signore degli Anelli. È incredibile da credere se pensiamo al cast, all’equipaggiamento, ai tempi di realizzazione e a tutti gli effetti speciali della saga dell’Anello. Ma, mentre pensiamo a Il Signore degli Anelli come al Golia nella produzione di film, sembra che il vero mostro sia il franchise di Pirati dei Caraibi. Sembra davvero una cifra esagerata, ma ne è valsa la pena, dal momento che il film si è rivelato fantastico.

2. Gli incassi della saga sono tra i più alti della storia

Oltre al terzo film della saga anche gli altri sono stati molto apprezzati. Finora l’intera saga di Pirati dei Caraibi ha guadagnato oltre $ 3.7 miliardi e con il nuovo film in uscita di quest’anno i guadagni potranno solo crescere. Cosa ancora più impressionante è che il film Oltre i confini del mare abbia incassato da solo $ 1 miliardo di dollari. Cosa ancora più sorprendente se si pensa che è un sequel! Di questo passo la realizzazione di nuovi film per Pirati dei Caraibi non si fermerà molto presto!

1. Auto-riferimenti

Se avete ben presente il primo film, vi ricorderete che appena l’equipaggio arriva sull’Isla de Muerta, il pappagallo di Cotton dice: “I morti non parlano.” Anche se di per sé è una grande frase, qualcuno conosce un altro motivo per cui è importante? Esatto! È il sottotitolo del nuovo film della saga in uscita quest’anno! Non vi sembra un po’ di cattivo augurio? Sembra che stiano tornando agli inizi! Certo, però è interessante che anche dopo tutto questo tempo vogliano ancora fare riferimento ai loro classici. Ma questa non è la prima volta. Anche tutti gli altri film sono pieni di Easter Eggs, di riferimenti a vecchi film e anche ad altri film in cui hanno recitato gli stessi attori.

  • Luca Rao

    “un tatuaggio elfico non è proprio adatto a un gentiluomo inglese!” ..per la barba di Davy Jones… Si chiama Pirati dei CARAIBI… Sarà americano 😀