stasera in TV Misery non deve morire

Solo una mente geniale come quella di Steven King poteva creare un disturbante romanzo come Misery, e solo una grandiosa attrice come Kathy Bates poteva interpretare la pazza protagonista del best seller del 1987. Misery, per tutti gli appassionati di King e dei lettori in generale, è un vero e proprio capolavoro, in cui viene descritta la profonda ammirazione che i fan possono provare verso un personaggio famoso. Ammirazione che molto spesso tramuta in vera e propria ossessione, che porta a casi di stalking, lettere minatorie o – come nel caso di Annie Wilkes – crimini come sequestro di persona e omicidio. Il film, dal titolo Misery non deve morire che, nonostante le piccole differenze con il romanzo, ha conquistato tutto il mondo, è ambientato in una località sperduta del Colorado, dove lo scrittore Paul Sheldon – famoso per la serie di romanzi sull’eroina Misery – incappa in un incidente, a causa di una bufera di neve. Per sua (s)fortuna, l’autore viene salvato da Annie Wilkes, una donna che ama alla follia i suoi romanzi su Misery e che si prende cura di lui, cercando di farlo stare meglio.

misery non deve morire

Purtroppo, però, Annie è fin troppo innamorata di Sheldon e dei suoi romanzi, tanto da diventare una vera e propria psicopatica quando scopre che nel suo ultimo scritto, l’autore sceglie di uccidere la protagonista Misery. Infuriata, confusa e in collera, Annie obbliga Sheldon a riscrivere la storia su Misery, facendola così “resuscitare”. Paul Sheldon si ritrova quindi in trappola alla ricerca disperata di idee per il romanzo e in preda a una psicopatica che è disposta a tutto pur di vedere Misery di nuovo viva… anche uccidere.

Misery non deve morire

Un romanzo che fa accapponare la pelle, con un film degno di quelle pagine impregnate di terrore, dolcezza e panico. Due attori che hanno portato in scena dei personaggi complessi e profondi. Una Kathy Bates ineguagliabile, tanto da vincere un Oscar e un Golden Globe solo per la sua performance nel film.

Misery non deve morire: le frasi più inquietanti del film con Kathy Bates

Una pellicola ricca di frasi e citazioni che incutono timore in chi le ascolta. Alcune di esse ripercorrono fedelmente le parole di Stephen King, altre sono dettate dall’immaginazione di Rob Reiner, il regista che ha fatto di Annie Wilkes una delle migliori cattive del cinema statunitense.

“Tu non sai la paura di perdere un uomo come te quando si è come me.”

“Io ho delle regole ferree su chi debba leggere i miei lavori non appena scritti: soltanto il mio editore, il mio agente e chiunque riesce a salvarmi da una morte certa!”

Misery non deve morire James Caan

“Ti conviene sperare che non accada niente a me, perché se muoio io, muori anche tu!”

“C’è una giustizia superiore a quella dell uomo, io verrò giudicata da Lui!”

“Puoi stare tranquillo Paul, io sono la tua ammiratrice numero uno.”

“Come batte il suo cuoricino! Come lotta per liberarsi! Come noi, Paul. Proprio come noi…”

“Misery Chastain non può morire!”

Per una sorpresa come questa io brucio tutti i miei libri!

Tu non sai la paura di perdere un uomo come te quando si è come me.

 

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto