Jesus Christ Superstar: dal teatro al cinema i 50 anni di un’opera indimenticabile e dal significato profondo

Sono ormai passati cinquant'anni dall'uscita del doppio vinile Jesus Christ Superstar: Rock Opera. Il film e il musical sono ormai dei veri e propri cult!

Era il 1970 quando il conduttore radiofonico e paroliere Tim Rice e il compositore Andrew Lloyd Webber – allora totalmente sconosciuti – incisero uno dei dischi che ha fatto la storia della musica, ovvero Jesus Christ Superstar – Rock Opera. Nonostante il grande successo ottenuto, il disco – che racconta la passione di Gesù partendo dalle riflessioni del traditore Giuda – fu addirittura ritenuto da più parti scandaloso e blasfemo. A distanza di cinquant’anni, Jesus Christ Superstar è diventata un’opera leggendaria, in qualunque versione sia stata proposta.

Il successo di Jesus Christ Superstar a teatro e al cinema

Jesus Christ Superstar; cinematographe.it

Dopo il grande successo del disco – oltre sette milioni di copie vendute – il produttore Roger Stigwood decise di investire i suoi soldi prima in un musical – diventando uno dei più grandi successi di Broadway – e poi in un film diretto da Norman Jewison. Un’opera cinematografica girata in Israele che oggi è considerata un vero e proprio cult. Nel nostro paese arrivò nelle sale nel 1974 e, nonostante il film venne criticato da molti per la rappresentazione troppo umana di Gesù, la Commissione nazionale valutazione film della Cei diede il proprio consenso:

Non vuole essere, e non è, né quella della storia, né quella dei Vangeli. Una tale fisionomia di spettacolo – fantasia – religiosa è esaltante e stimolante, anche per la ricchezza artistica del lavoro; merita perciò una raccomandazione ma esige, tuttavia, un accostamento avveduto e cosciente.

Tim Rice, in diverse interviste dell’epoca, spiegò il successo di Jesus Christ Superstar con queste parole: “Al di là dello spettacolo, la storia di Gesù è un pilastro della cultura europea e occidentale: tutti hanno una propria opinione, credenti o non, e penso che noi, quasi mezzo secolo fa, l’abbiamo raccontata in modo originale“. Il musical è ancora oggi rappresentato in tutto il mondo. Recentemente, Massimo Romeo Piparo lo ha messo in scena proprio nel nostro paese chiamando come protagonista Ted Neeley, l’attore che vestì i panni di Gesù nel film del 1973.

Articoli correlati