Innamorati cronici: il romantico finale del film con Meg Ryan

Nel finale di Innamorati cronici succede quello che fin dall’inizio avevamo immaginato, ovvero: l’amore vince su tutto. Ecco come!

Innamorati cronici è un simpatico e romantico film del 1997 con Meg Ryan e Matthew Broderick. La trama è diversa dalle solite commediole del genere, anche se già dall’inizio riusciamo a prevedere come andrà a finire.

Sam (Broderick) è un astronomo innamorato della sua fidanzata Linda, che lo molla da un giorno all’altro per un altro uomo e si trasferisce a New York. Maggie (Ryan) è una fotografa che ha subìto la stessa sorte di Sam, essendo stata mollata dal suo fidanzato Anton…proprio per Linda! I due single si troveranno in una vecchia casa disabitata di fronte alla nuova abitazione dei rispettivi ex, decisi a vendicarsi e a riconquistare i loro amori. Sam e Maggie inizieranno quindi a mettere in atto diabolici piani con lo scopo di sabotare la nuova relazione di Linda e Anton.

Nel finale di Innamorati cronici succede quello che fin dall’inizio avevamo immaginato, ovvero: l’amore vince su tutto

Innamorati cronici Cinematographe.it

Il film è come una metafora del percorso di guarigione dopo la fine di una relazione: si parte sempre dalla rabbia e dalla delusione, dalla voglia di vendetta accompagnata da tristezza e sconforto. Più si va avanti però, e più si guarisce e si ricomincia a guardarsi attorno. Così accade a Maggie e Sam, che durante il film elaborano il loro “lutto d’amore”.

All’inizio del film Maggie è la più sadica e decisa dei due protagonisti. Col suo modo di fare, mascolino e aggressivo, è concentrata solo sulla sua missione di vendetta, anche se capiamo che in realtà la sua aggressività è solo un modo per difendersi. Col procedere della storia si rende conto di provare qualcosa per Sam anche se non vuole ammetterlo. Anche Sam cambierà molto il suo pensiero col procedere degli avvenimenti e capirà di provare dei sentimenti per Maggie.

I due pian piano abbandonano la loro idea di vendetta e anzi, nel momento in cui riescono finalmente a far mollare Linda e Anton, non provano la soddisfazione che si aspettavano. Linda torna da Sam, ma lui si rende conto di non provare più i sentimenti che provava prima. Ai due protagonisti non resta che raccontare la verità ai loro ex, prendendosi la colpa di tutte le catastrofi successe nell’ultimo periodo all’ignara coppietta. Non serve nemmeno dire che una storia così non poteva finire senza il classico lieto fine! Nelle ultime scene del film infatti vediamo Sam su un aereo, pronto al decollo, che lo riporterà a casa, vicino a lui c’è un bambino che sta guardando una puntata di Lassie (la serie televisiva del ’54 con un Collie come protagonista) che a quanto pare fa venire a Sam un’illuminazione. Nello stesso momento vediamo Maggie che è in casa con aria nostalgica, quando ecco arrivare Sam che, riferendosi dell’episodio di Lassie, le fa un’originale dichiarazione d’amore:

Lassie era accusata di un crimine che non aveva commesso e il ranger stava arrivando per sopprimerla. Il bambino ha saputo che il ranger stava arrivando e ha detto a Lassie di andare via, di scappare. Ma Lassie non si muoveva, non voleva lasciarlo. Allora il bambino ha detto che non gli voleva bene, gli ha detto “Io ti odio, ti odio Lassie, sei un cane cattivo e non voglio vederti mai più”. Lassie è trotterellata via molto triste, ma sai com’è finita? Lassie è tornata a casa, Maggie. E il bambino ha fatto pace con Lassie.

In questa dichiarazione Lassie è la metafora di Sam, mentre il bambino è la metafora di Maggie che, spaventata, aveva detto a Sam di andarsene e che non provava niente per lui, chiaramente mentendo. Per fortuna Sam ha capito che Maggie era solo spaventata e che, l’unica soluzione, era tornare da lei e dimostrarle che di lui si può fidare perché la ama davvero. Così si conclude tutto con un bacio che rappresenta il classico “e vissero per sempre felici e contenti”. Perché in fondo, i film con il lieto fine non deludono mai.

Articoli correlati