National Treasure 3 cinematographe.it

Dopo più di dieci anni, secondo alcune indiscrezioni circolate sul web, Nicolas Cage dovrebbe tornare sul grande schermo nei panni di un esperto archeologo con Il mistero dei Templari 3.

Conosciuto in Italia con il titolo Il mistero dei Templari – National Treasure, il primo capitolo di National Treasure riscosse un grande successo in tutto il mondo – anche grazie alla presenza di Nicolas Cage, protagonista del film – e raggiunse la cifra di 347 milioni di dollari al box office: incasso che portò la Disney a prendere la decisione di produrre un sequel: Il mistero delle pagine perdute – National Treasure.
Sebbene il secondo capitolo della saga – con i suoi 457 milioni di dollari al box office – si sia rivelato essere più redditizio del precedente, Il mistero dei Templari 3 è, da più di dieci anni, un progetto ancora in stallo. Ma come mai?

Il mistero dei Templari 3: ecco quanto dichiarato da Nicolas Cage

National Treasure 3 cinematographe.it

Era il 2007 quando Nicolas Cage interpretava per l’ultima volta un ruolo che è rimasto impresso nella mente di molti. Proprio per questo, quando è iniziata a circolare l’indiscrezione riguardante la prossima uscita di Il mistero dei Templari 3, atteso dai fan di tutto il mondo, la rivista americana Entertainment Weekly ha deciso di cercare conferme: durante un’intervista, il magazine ha chiesto all’attore di rivelare qualche dettaglio sul film, ma la sua risposta ha sicuramente lasciato delusi i fan.

Nicolas Cage, infatti, ha sostenuto che film di questo genere hanno bisogno di una sceneggiatura credibile, capace di coinvolgere lo spettatore con i suoi dettagli e i suoi colpi di scena. Proprio per questo, sempre a detta dell’autore, è necessario un lungo e meticoloso lavoro di scrittura. 12 anni, a quanto pare, non sembrano essere abbastanza.

Il mistero dei Templari 3: le ultimi indiscrezioni rivelate dal regista

National Treasure 3 cinematographe.it

In seguito alle dichiarazioni del CEO di Disney, Bob Iger, il quale aveva affermato che erano effettivamente in corso diversi sviluppi riguardanti la saga, il regista Jon Turteltaub ha rivelato che la politica della casa cinematografica del film si riassumerebbe nella frase “se non dovessimo essere ripagati abbastanza, non lo produrremo”.

“Disney crede di avere altri film in grado di aiutarli a guadagnare più soldi, ma penso stiano sbagliando completamente” ha continuato il direttore dei primi due capitoli di National Treasure. “Sebbene credo che stiano facendo un ottimo lavoro con i lungometraggi che stanno producendo al momento, penso anche che questo [National Treasure 3ndr.] dovrebbe essere uno di questi. Non si stanno accorgendo di quando Internet stia pregando per avere un terzo capitolo [della saga, ndr.]”.

Le dichiarazioni, a quanto pare, sono troppo confusionarie e superficiali. Non ci resta che aspettare ancora e vedere come andrà a finire l’epopea decennale di National Treasure 3.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

Scopri il nostro Shop Online