Harry Potter: le 10 regole di Hogwarts più strane (che secondo i fan esistono davvero!)

La celebre Hogwarts, la scuola di Stregoneria frequentata da Harry Potter, è conosciuta per le sue strane regole che poco fanno per proteggere i suoi studenti: ma come mai queste regole esistono? I fan speculano sulle motivazioni della loro esistenza!

Con il nuovo videogame di Harry Potter in uscita, il mondo di Hogwarts torna prepotentemente alla ribalta! Hogwarts: Legacy, infatti, sarà certamente nelle mani di molti fan della saga. Chiunque ci giochi non potrà non notare la quantità di strane regole previste dalla scuola di Stregoneria che ha formato i migliori maghi del mondo: quanto è importante la sicurezza degli studenti per coloro che scrivono le regole di Hogwarts? In alcuni casi, sembra davvero molto poco!

Harry Potter regole bizzarre di Hogwarts, Daniel Radcliffe - Cinematographe

Ecco una lista di regole davvero bizzarre e le teorie di alcuni fan sul perché della loro esistenza nel mondo creato da J.K. Rowling!

1. I permessi firmati sono obbligatori sono per andare in gita ad Hogsmeade, ma non per altre attività

In Harry Potter ed il Prigioniero di Azkaban, il maghetto è davvero triste di non aver avuto il permesso firmato da zio Vernon per poter andare in gita ad Hogsmeade con il resto dei suoi compagni. Un utente di Reddit ha notato quanto fosse strano che tale permesso fosse necessario solo per questa gita e non per praticare attività più pericolose, come giocare a Quidditch e vagare per la Foresta Proibita. La sua spiegazione a questa regola è che si tratti di un permesso speciale per svolgere un’attività al di fuori dell’istituto scolastico di Hogwarts ed è questo che rende necessaria la firma di un parente.

2. Punizioni crudeli e dolorose sono permesse

Difficile dimenticare in Harry Potter e il Principe Mezzosangue, la punizione inflitta dalla perfida Dolores Umbridge a Harry, costringendolo a scarnificarsi la mano con la scritta “non devo dire bugie” impressa a sangue. La colpa del mago? Aver ribadito il ritorno e l’esistenza di Voldemort! Come mai tale violenza è permessa ad Hogwarts? Secondo un redditor, le punizioni dolorose sarebbero il frutto di una tradizione obsoleta e legata ad antichi insegnamenti impartiti nell’istituto, molto legato al passato.

3. Non solleticare il Drago che dorme

Per quanto sembri una regola piuttosto complessa da comprendere, e forse non si tratta proprio di una regola ma di un avvertimento, resta enigmatica. Secondo l’idea di un fan, il motto della scuola di Stregoneria è inteso per il tenero e simpatico guardiano Hagrid, conosciuto per la sua eccessiva confidenza con animali molto pericolosi. Cosa è più pericoloso di un drago? E nel caso non fosse questoil motivo della regola, potrebbe essere semplicemente un monito che intima di non giocare troppo con il mondo dei maghi!

4. Le Maledizioni senza perdono sono un argomento proibito ad Hogwarts

Nonostante vengano usate molto spesso, le Maledizioni senza perdono vengono spiegate per la prima volta in Harry Potter e Il calice di Fuoco davanti ad una classe di alunni pietrificat e terrorizzati. Hermione Granger non perde tempo a sottolineare che si tratta di un argomento tabù mentre il finto Malocchio Moody tortura un povero insetto con l’incantesimo Imperio!

Secondo un utente, si tratta di una imposizione del Ministero della Magia e che certamente Silente fosse a conoscenza del fatto che Moody le avrebbe scoperte ed insegnate prima o poi.

5.Le ragazze possono visitare i dormitori maschili, ma non viceversa

Si tratta di una regola che il Trio molto spesso riesce a dribblare, ma resta comunque molto strana. Come mai le ragazze hanno libertà di movimento e i ragazzi no? Si tratta di una delle regole più strane previste dal mondo di Harry Potter! Come fa notare un utente, la regola potrebbe essere stata implementata per arginare le passioni adolescenziali. Come Hermione stessa sottolinea, i fondatori di Hogwarts devono aver pensato che le ragazze fossero più degne di fiducia dei ragazzi!

6. Non si può usare la magia al di fuori della scuola

Gli alunni di Hogwarts non possono usare la magia al di fuori della scuola nel mondo di Harry Potter, ma come mai nemmeno per difendersi? La spiegazione potrebbe essere semplice: spesso la magia viene usata per mettere in pericolo i Babbani e il Ministero potrebbe aver provveduto alla loro “salvaguardia” in questo modo, stabilendo dei confini precisi per gli adolescenti capaci di praticare la magia prima che compiano 17 anni.

7. Vietato usare la magia nei corridoi

Si tratta di una regola spesso ignorata da Harry, Ron ed Hermione e molti fan ne hanno sottolineato la stranezza. Tuttavia, appare avere un senso per evitare lo scoppio di duelli potenzialmente dannosi nei confronti degli altri alunni. Sappiamo, come insegnano Harry e Draco, che non è un’evenienza improbabile nel mondo di Harry Potter!

8. Non si può entrare nella Sala Comune delle altre Case

Un’altra regola che non sembra trovare una spiegazione plausibile: come mai? Non sarebbe meglio favorire lo scambio tra differenti Case , viste anche le divergenze che si vengono a creare tra di esse? Secondo un utente Reddit, la spiegazione di questa apparentemente insensata regola sarebbe semplicemente logistica: evitare troppo caos e traffico di ragazzi nelle Sale Comuni di Hogwarts.

9. Proibito accedere alla Foresta (ma non c’è niente a delimitarne l’accesso)

In innumerevoli occasioni, durante la saga di Harry Potter viene ribadito un concetto molto semplice: la Foresta Proibita è, appunto, proibita. Nonostante questo semplice assioma, nessun tipo di incantesimo o barriera impedisce agli studenti di addentrarvisi rischiando la vita in molteplici occasioni. Come mai? Un utente ha dato questa possibile spiegazione: questa regola non è davvero tale, ma solo uno stratagemma per insegnare ai giovani maghi come passare inosservati e aggirare gli ostacoli.

10. I prefetti di Hogwarts possono togliere o levare punti alle altre case, ma non agli altri Prefetti

Una regola che lascia tutti molto sorpresi è quella che vede i Prefetti come autorità scolastiche – anche se sempre studenti di Hogwarts – in grado di mettere e togliere punti alle altre Case ma non agli altri prefetti. Secondo alcuni fan, la regola sarebbe stata stabilita per fare in modo che gli studenti stessi fossero presenti a se stessi e consapevoli della gestione dei loro stessi punti, ma questo rende il premio della Coppa di fine anno un imbroglio bello e buono.

Voi avete notato altre regole apparentemente insensate nei sette film di Harry Potter?

Articoli correlati