Chi è Wanna Marchi? Dalla carriera al carcere, alla vita privata: tutto sulla televenditrice al centro della docuserie Netflix

Dalla carriera al carcere: tutto ciò che c'è da sapere Wanna Marchi, controversa venditrice al centro della serie Wanna.

Wanna Marchi è uno dei personaggi televisivi italiani più noti e famigerati: conduttrice del controverso Wanna Marchi Show, insieme a sua figlia Stefania Nobile si specializzò in televendite ottenendo un successo smisurato. Tristemente noto il suo arresto per truffa aggravata anni dopo il suo debutto sul piccolo schermo, evento che, seppur in maniera negativa, diede ancora più risalto alla Marchi che dopo aver saldato il debito con la giustizia è ultimamente presente in diversi salotti come il Maurizio Costanzo Show. Non è un caso, infatti, che Netflix ha investito proprio su di lei con la docuserie Wanna, composta da 4 episodi e disponibile sulla piattaforma streaming dal 21 settembre 2022. Andiamo più nel dettaglio della sua storia.

Wanna Marchi - Cinematographe
Credits: Mondadori Portfolio/Getty Images

Wanna Marchi: vita privata e carriera dalla Regina delle televendite

Wanna Marchi (vero nome Vanna Marchi) nasce il 2 settembre 1942 a Castelguelfo di Bologna e già da piccola un evento in particolare segna la sua vita: la perdita dei genitori, che l’ha spinta a cercare lavoro e a rimboccarsi le maniche. Nel 1983, dopo anni in cui si è specializzata nel settore dell’estetica, diventa protagonista di un suo programma televisivo, il Wanna Marchi Show, in onda in seconda serata su Rete A dove si presente come esperta di cure dimagranti, sponsorizzando diversi prodotti, in compagnia di sua figlia Stefania e suo figlio Maurizio entrambi avuto dal suo primo matrimonio. Se tale presenza scenica le ha garantito una certa fama (a tal punto da partecipare al film Dio c’è e alla miniserie I Promessi Sposi), arriva poi il 1996, un anno veramente cruciale per Wanna Marchi, visto e considerato che fonda la sua società Ascié s.r.l con Stefania Nobile e l’enigmatico Mario Pacheco do Nascimento, un truffatore brasiliano.

Questa collaborazione non si rivelerà proficua visto e considerato che, nel 2001, scattano le manette per tutti e tre grazie ad un servizio di Striscia la Notizia, noto programma televisivo satirico ideato da Antonio Ricci che segnala alle autorità alcune irregolarità derivati da alcune vendite della Marchi. Dopo alcuni accertamenti, i soci vengono condannati a 2 anni e 6 mesi con l’accusa di truffa aggravata e nel 2006 la condanna viene rivista dal Tribunale di Milano, con un aumento di pena di altri 9 anni e risarcimento di ben 2 milioni di euro alle vittime. Dal 2011 Wanna Marchi e la figlia sono state scarcerate, sono in stato di semilibertà e sono andate a vivere in Albania, a Tirana, per sfuggire alle continue minacce di morte che a detta sua ricevono fin da quando erano in carcere.

Wanna - Cinematographe

Passando alla vita privata di Wanna Marchi, si sa che ha convissuto per 29 anni con Francesco Campana che ha poi sposato nel 2017, con una cerimonia molto intima e lontana dai riflettori. Così ha descritto il marito:  “Ci basta l’amore. Francesco è un uomo meraviglioso. Io mi sono follemente innamorata di lui. Ci siamo conosciuti un giovedì sera, il martedì seguente già convivevamo“. Difficile stimare il patrimonio che hanno costruito la donna insieme a sua figlia Stefania, ma in alcuni recenti apparizioni televisive hanno spiegato di aver perso tutto visto che hanno sequestrato beni immobili e mobili e ovviamente soldi.

Leggi anche Wanna: recensione della docu-serie Netflix

Tags: Netflix

Articoli correlati