i goonies, cinematographe.it

I Goonies è stato il settimo più grande successo al botteghino hollywoodiano nel 1985, ma sappiamo bene che l’eredità del film cult trascende dai suoi numeri. La storia della banda di amici a caccia del tesoro nascosto non solo resiste come il ricordo di un’era apparentemente passata del cinema, suscitando anche vecchi sentimenti nostalgici in coloro che nel tempo hanno divorato più e più volte la pellicola di Steven Spielberg. Ma che fine hanno fatto i protagonisti del film? Scopriamolo!

Sean Austin (Mikey)

i goonies, cinematographe.it

Figlio dell’attrice vincitrice del premio Oscar Patty Duke, Sean Austin ha debuttato nel mondo del cinema proprio con il suo ruolo da protagonista ne I Goonies. Ha continuato a recitare in altri film, come nel thriller d’azione Toy Solders (1991) e in Rudy (1993), prima di entrare nella trilogia del Signore degli anelli nei primi anni 2000. Austin è poi divenuto anche un regista e doppiatore, apparendo anche in serie televisive come Stranger Things.

Josh Brolin (Brand)

i goonies, cinematographe.it

Un altro figlio d’arte (il papà è James Brolin), Josh Brolin era ne I Goonies il fratello maggiore di Brand. L’ascesa come uno dei migliori attori di Hollywood non è stata immediata. Josh Brolin ha dovuto aspettare fino al 2007, quando si è distinto con il film No country for old men. Ha poi partecipato in film come Oldboy, Inherent Vice e Sicario, anche se il suo sguardo minaccioso lo ha reso più adatto in film come il blockbuster Avengers: Infinity war, Deadpool 2 e Avengers: Endgame.

Corey Feldman (Mouth)

i goonies, cinematographe.it

Era già un veterano del settore quando ha interpretato Mouth. Corey Feldman è diventato una delle migliori star per bambini dell’epoca con i suoi spiritosi personaggi in Stand by me (1986), The lost boys (1987) e License to drive (1988). L’attore, crescendo, si è rivelato un personaggio turbolento, poiché è stato arrestato per possesso di eroina nel 1990 e ha lottato per riportare in sesto la sua carriera. Alla fine ha intrapreso la strada dei reality show con The surreal life nel 2003 e quattro anni dopo si è unito al collega Corey Haim per il programma The two Coreys.

Jeff Cohen (Chunk)

i goonies, cinematographe.it

Dopo il suo ruolo di Chuck, Jeff Cohen è apparso in tv in Ask Max (1986) e in serie come Family Ties. Presto però si è lasciato alle spalle la carriera di attore per concentrarsi sugli studi accademici. Dopo essersi laureato alla UCLA School of law, ha fondato la Cohen Gardner LLP nel 2002. In seguito ha contribuito alla pubblicazioni su The Huffington post e Backstage.

Jonathan Ke Quan (Data)

i goonies, cinematographe.it

Dopo essere apparso in Head of the class ed Encino Man nel 1992, Jonathan Ke Quan è scomparso dagli schermi americani. Ha continuato a reinventarsi come coordinatore degli stunt per film come X-Men, prima di tentare un ritorno alla recitazione dopo due decenni, con progetti come Finding Ohana.

Kerri Green (Andy)

i goonies, cinematographe.it

Kerri Green – subito dopo I Goonies – ha avuto ruoli in film come Summer Rental (1985) e l’acclamato Lucas (1986), ponendo le basi di una lunga carriera cinematografica. La star si è mantenuta nel settore della produzione cinematografica, fondando la società Indipendent Women Artist. Green da allora è rimasta fuori dai riflettori, fino al 2012, quando ha avuto un ruolo nel film Complacent.

Martha Plimpton (Stef)

i goonies, cinematographe.it

Già impegnata come modella e attrice quando venne scelta ne I Goonies, Martha Plimpton ha continuato ad attirare l’attenzione anche nei suoi film successivi, come The Mosquito Coast (1986) e Running on Empty (1988). Nel 2012 è apparsa anche come guest star nella serie The good wife.