Un giorno di pioggia a New York: i bellissimi brani della colonna sonora del film di Woody Allen

Tutti i brani della colonna sonora di Un giorno di pioggia a New York, di Woody Allen con protagonisti Timothée Chalamet e Elle Fanning.

Un giorno di pioggia a New York, penultimo film di Woody Allen prima di Rifkin’s Festival, e uscito nel 2019, ha ricevuto pareri e recensioni contrastanti. In particolare la critica non si è espressa unanimemente nei confronti del film, mentre il pubblico, soprattutto gli amanti di Woody Allen, hanno apprezzato la pellicola. Il cast include grandi star del cinema internazionale come Timothée Chalamet, Elle Fanning, Jude Law, Liev Schreiber, Selena Gomez, Diego Luna, Rebecca Hall insieme a molti altri. Nei panni di un’aspirante giornalista, Elle Fanning interpreta Ashleigh che è riuscita ad ottenere un’intervista con un famoso regista a New York; Chalamet è invece Gatsby, ragazzo d’altri tempi e fidanzato di Ashleigh, innamorato di New York, che organizza per loro un’indimenticabile weekend nella città dei suoi sogni. Niente va però come previsto e Ashleigh rimane coinvolta nello straordinario e sui generis mondo del cinema dove tutto può cambiare da un momento all’altro. Gatsby, in attesa di Ashleigh, vaga per la città e incontra una sua vecchia conoscenza, uno spirito libero con cui condivide l’amore per New York e che lo porta a credere che, forse, vivere fuori dagli schemi è la scelta giusta da fare. Un giorno di pioggia a New York ricalca lo stile e l’atmosfera dei film di Woody Allen, la delicatezza di alcune scene e l’ironia di altre, con sottili riferimenti all’ambiente snob e borghese della grande mela e alla città stessa. A dare al film quel tocco malinconico e nostalgico la colonna sonora che si muove sulle note di grandi artisti del passato e del presente e su un inconfondibile e intramontabile stile musicale.

La colonna sonora di Un giorno di pioggia a New York

sky cinema, cinematographe.it

Protagonista di gran parte dei momenti e delle scene di Un giorno di pioggia a New York, i brani suonati e composti dal pianista jazz statunitense Erroll Garner che con The Best Things in Life Are Free, Will You Still Be Mine, Undecided, il capolavoro Misty e molti altri, caratterizza la pellicola di Woody Allen con uno stile riconoscibile, come il jazz, ma comunque lontano da quello che si può definire il jazz standard. La maggior parte delle opere di Garner che costituiscono ampiamente quasi l’intera colonna sonora del film, vedono come strumento preponderante il pianoforte, che accompagna anche altri brani presenti in Un giorno di pioggia a New York.

Si tratta di quello stesso pianoforte che il personaggio di Gatsby suona più di una volta, nella prima euforica, poi malinconia e nostalgica, idea di come sarà il suo romantico weekend a New York; il pianoforte popola i locali e le case newyorkesi che, divisi, frequentano Ashleigh e Gatsby nella loro ricerca di ciò che realmente renderà memorabile quei giorni nella grande mela. Il pianoforte che si può sentire sempre latente e in sottofondo nel film è anche suonato dal pianista, cantante e vincitore di un Grammy Awards Conal Fowkes.

Anche arrangiatore e contrabbassista Fowkes esegue brani come Everythings Happens To Me, scritta da Tom Adair e Matt Dennis e interpretata da Frank Sinatra, e titolo di un album di Chet Baker. Il brano viene riproposto più volte durante Un giorno di pioggia a New York ed è inoltre, in un momento, anche suonato e interpretato da Timothée Chalamet. Conal Fowkes è un artista presente in numerose delle colonne sonore dei film di Woody Allen, da Incontrerai l’uomo dei tuoi sogni a Midnight in Paris fino a Blue Jasmine, apparendo e suonando in Cafe Society. Fowkes e Allen sono infatti ottimi amici oltre ad aver collaborato spesso insieme. 

Oltre e Everything Happens To Me, di Conal Fowkes è presente anche They Say It’s Wonderful, Gigi e Bye Bye Baby. Escluse poche canzoni tra cui spiccano I’ve Got the World on a String di Garner, Just Let It Go di Terrence Shawn Kelly e Bye Bye Baby appunto di Fowkes, in Un giorno di pioggia a New York sono pressoché assenti brani cantati e la maggior parte delle musiche accompagnano lo spettatore nell’atmosfera trasognata, sofisticata e pittoresca del film di Woody Allen. Il pianoforte così come le note del jazz che sono a volte protagoniste del film, in altri momenti appaiono solo come un richiamo lontano, si adattano a quell’ambiente sospeso tra snob ed elegante ed esplosivo e travolgente, e che nei sentimenti arriva solo alla fine.

Un giorno di pioggia a New York è caratterizzato da una colonna sonora senza tempo, come è la stessa ambientazione del film, una New York ideale, grigia, ma estremamente attraente, imprevedibile, malinconica e sentimentale. La musica nel film di Woody Allen è atmosfera, cornice, strumento che riesce ad affrescare e ritrarre con cura quell’immagine di New York che fa da sfondo, ma che è poi in realtà vera protagonista di una storia dove il concetto di foto e immagine è tanto eterna quanto sfuggente, proprio come le emozioni.

Tra gli altri brani presenti nel film troviamo I Got Lucky In The Rain di Bing Crosby, Red Sails In the Sunset di Erroll Garner Piano Concerto No.2 in C Minor, Op. 18: III. Allegro Scherzando di Svetlana Navasargian, Gennadi Provatorov e l’Orchestra Filarmonica di Mosca, Time To Heal di Christopher Lennertz, They Say It’s Wonderful di Conal Fowkes, New York Nights di Barrie Gledden, Steve Dymond e Jason Pedder, Just Let It Go di T. Kelley e Sing a Song of Sixpence di Michael Scales.

 

Leggi anche Stranger Things 4: le canzoni della colonna sonora sono una bomba!

Articoli correlati