Top Gun: Maverick – le canzoni della colonna sonora del film con Tom Cruise

Scopriamo le canzoni contenute nella colonna sonora di Top Gun: Maverick, che comprende anche il brano Hold my Hand di Lady Gaga.

Top Gun: Maverick, il secondo capitolo dell’iconico film arriva nelle sale dal 20 maggio 2022, esattamente 36 anni dopo il rilascio del celebre cult cinematografico diretto da Tony Scott. A guidare il cast del film è ancora una volta Tom Cruise, che torna dunque nei panni del leggendario pilota Pete “Maverick” Mitchell. Il figlio di Goose, Bradley Bradshaw, è un personaggio nel nuovo film, quindi la storia di Goose sarà inclusa, permettendoci di riflettere sulla morte di Goose in Top Gun e su come ha influenzato suo figlio, tra le altre cose. Ma ciò che molti ricordano del primo Top Gun è anche la colonna sonora che comprendeva brani rimasti in maniera indelebile nell’immaginario comune, su tutti Take My Breath Away (Berlin).

Di pari merito, anche la soundtrack di Top Gun: Maverick (Music From The Motion Picture), disponibile tramite Interscope Records dal 27 maggio 2022, contiene alcune chicche musicali destinate a rimanere impresse nella mente dei fan.

Top Gun: Maverick – Lady Gaga è il pezzo forte della colonna sonora del sequel con Tom Cruise!

Innanzitutto, il brano che rimarrà nella mente dopo la visione di Top Gun: Maverick non potrà che essere Hold my Hand di Lady Gaga: un brano originale, potente, prodotto dalla stessa cantautrice statunitense insieme al frequente collaboratore BloodPop, con la produzione aggiuntiva di Benjamin Rice. Gaga non ha bisogno di una produzione folle, basta darle un pianoforte e farla scatenare. Non manca mai di sorprendere il pubblico con le sue eccezionali interpretazioni. Le melodie del brano vengono distribuite in diverse parti del film, fino ad esplodere nei titoli di coda, come fosse la ciliegina sulla torta di un sequel impeccabile. Il testo della canzone si sposa perfettamente con il senso del film: è un invito a lasciarsi il passato alle spalle, insieme ai dolori, ai rimorsi e ai rancori, imparando dagli errori e facendone tesoro per costruire un presente ed un futuro degni di essere vissuti e valorizzati. Quel “tienimi per mano, andrà tutto bene” che Lady Gaga canta, rappresenta al meglio ciò che Maverick fa durante il film, ovvero guidare le persone a cui vuole bene, proteggerle e portarle con sé verso il trionfo. “Quella paura che è dentro di te la supererai, dalle tempo. Quindi piangi stanotte ma non lasciare andare la mia mano“: un invito pieno d’amore, rivolto alla persona che si ama e che magari è reduce da un’esperienza dolorosa, poiché alla fine è sempre vero che nessuno si salva da solo e non bisogna mai vergognarsi di chiedere aiuto a chi ci sta vicino. La stessa cantautrice americana ha dichiarato prima dell’uscita del film:

Quando ho scritto questa canzone per Top Gun: Maverick non mi sono resa conto dei molteplici livelli in cui attraversa il cuore del film, la mia stessa psiche e la natura del mondo in cui viviamo. Ci ho lavorato per anni, perfezionandola, cercando di farla nostra. Volevo creare una canzone in cui condividessimo il nostro profondo bisogno di essere capiti e di cercare di capirci l’un l’altro: il desiderio di essere vicini quando ci sentiamo così lontani e la capacità di celebrare gli eroi della vitaSono così grata a Tom, Hans e Joe per questa opportunità, ed è stata una bellissima esperienza lavorare con loro. Io, BloodPop, Ben Rice e tutti gli altri che hanno lavorato con noi siamo così entusiasti di condividerla con voi. Questa canzone è una lettera d’amore al mondo durante e dopo un periodo molto difficile”. 

Top Gun: Maverich – dalla canzone originale dei One Republic ai brani anni ’80

Un’altra nuova canzone originale presente nella colonna sonora è I Ain’t Worried di OneRepublic, gruppo tra i più celebri degli ultimi anni. Proprio come Top Gun, i One Republic sono senza tempo, abbracciano generazioni, decenni, generi e pubblico. Non sorprende, dunque, che questa canzone risulti azzeccatissima e si abbini perfettamente al film con Tom Cruise. “Non so cosa ti sia stato detto ma il tempo sta finendo, quindi spendilo come se fosse oro“: una frase semplice ma che, soprattutto guardando il film, assume ancora più significato. Il sequel di Top Gun ci ricorda quanto il tempo voli (in fondo sono passati ben 36 anni dal primo film) e che quindi non dovremmo sprecare neanche un attimo della nostra vita, né un briciolo della nostra energia dietro cose che non meritano la nostra attenzione. Vivere “senza preoccupazioni” e con la leggerezza delle nuvole e del cielo nel quale sfrecciano gli aerei di Maverick e compagni: questo è, in definitiva, l’invito del brano. Inoltre, Top Gun: Maverick presenta la classica sigla del film originale, Danger Zone di Kenny Loggins: gli anni ’80 hanno avuto delle melodie assolute che dureranno per sempre e questa è la musica perfetta da ascoltare quando si affronta un lungo rettilineo in moto durante il tramonto, proprio come fa Maverick nel film.

C’è poi una versione live della star del film, Miles Teller, che canta il classico di Jerry Lee Lewis Great Balls of Fire. Il brano, nonostante il suo ritmo travolgente, porterà gli spettatori ad emozionarsi nel ricordare quando a cantarla, nel primo Top Gun, era il padre del personaggio, ovvero Goose. All’epoca la dedicava a sua moglie, interpretata da Meg Ryan, in una scena che vedeva loro due insieme a Maverick e Charlie (Kelly McGillis), mentre si godevano un momento di assoluta spensieratezza prima del triste epilogo di Goose. Vedere il figlio Bradley mentre suona il medesimo brano, sarà un duro colpo per Maverick che, in ogni caso, troverà il modo di onorare la memoria del suo migliore amico e aiutare suo figlio ad elaborare il dolore che da troppo tempo si porta nel cuore. A completare la colonna sonora sono poi musiche originali realizzate dai compositori Lorne Balfe, Harold Faltermeyer, Lady Gaga e Hans Zimmer.

Questo album continua l’eredità musicale a cui l’originale Top Gun ha dato vita nel 1986. Siamo così entusiasti che Lady Gaga e OneRepublic abbiano prestato la loro abilità artistica per dare una svolta moderna alla già iconica e amata colonna sonora“, ha dichiarato il produttore di Top Gun: Maverick Jerry Bruckheimer in una dichiarazione sulla colonna sonora.

Top Gun: Maverick – la lista di tutti i brani della soundtrack

Main Titles (You’ve Been Called Back to Top Gun)
Danger Zone by Kenny Loggins
Darkstar
Great Balls of Fire (Live) by Miles Teller
You’re Where You Belong / Give ‘Em Hell
I Ain’t Worried by OneRepublic
Dagger One is Hit / Time to Let Go
Tally Two / What’s the Plan / F-14
The Man, the Legend / Touchdown
Penny Returns – Interlude
Hold My Hand by Lady Gaga
Top Gun Anthem

Articoli correlati