Mother’s Day: recensione della commedia di Garry Marshall

Mother’s day, la festa della mamma, è una delle festività familiari più sentite dagli americani. Dopo aver portato sul grande schermo San Valentino, Capodanno…cosa c’è di meglio di dedicare l’attenzione a tutte le mamme? Ed è così che Garry Marshall, non aggiungendo niente di nuovo alle commedie per le quali è conosciuto (Pretty Woman, Capodanno a New York, Se scappi ti sposo, Appuntamento con l’amore) investe su un cast conosciuto e una storia stereotipata creando quella che si può definire una classica commedia corale. Ritroviamo attrici con cui Garry Marshall ha già collaborato, Jennifer Aniston e la veterana Julia Roberts, Kate Hudson e Jason Sudeikis. La storia è semplice, lineare, adatta anche al pubblico medio italiano dedito alle fiction, ed è proprio questa la forza di Mother’s day: Marshall, infatti, crea una commedia leggera e senza pretese dove, c’è da dire, non si ride più di tanto.

mother's day

Mother’s day – Jennifer Aniston e Julia Roberts in una scena del film

Mother’s day vede intrecciarsi più storie: un padre depresso che ancora non si è ripreso dalla morte della moglie, punto di riferimento importante e sempre presente alle attività delle due figlie, due sorelle che decidono di trasferirsi lontano dai loro genitori opprimenti e pronti a giudicare le loro scelte d’amore, una donna divorziata ma che non riesce ad immaginare il marito accanto ad una donna più giovane e più bella di lei (e con cui dovrà condividere i propri figli), una ragazza in cerca della madre biologica e bloccata in una storia d’amore per l’indecisione di sposarsi o meno con il suo compagno (con cui ha già avuto una bambina).

Mother’s day: una commedia che non aggiunge niente di nuovo al lavoro di Garry Marshall

mother's day

Mother’s day – Kate Hudson e Sarah Chalke in una scena del film

Un casto numeroso e un insieme di storie che appesantiscono le quasi 2 ore di film e affrontano in maniera superficiale tante e diverse situazioni familiari senza però entrare nel merito di nessuna di quelle citate. Battute che non fanno ridere, stereotipi quasi pedanti e a volte retorici. Il tutto condito da personaggi superflui: è questo il caso della rigida Miranda (Julia Roberts) e le poche e ripetitive scene che portano sullo schermo un personaggio del tutto inutile allo svolgimento della storia. Una nota positiva invece è rappresentata da Sandy (Jennifer Aniston), personaggio più studiato e con la quale si riesce ad entrare in empatia, merito anche dell’attrice capace di creare una connessione senza filtri con il suo pubblico. Chiudono il cerchio una fotografia e colonna sonora buone. Nel cast anche Britt Robertson (Kristin), Timothy Olyphant (Henry), Hector Elizondo (Lance), Jack Whitehall (Zack), Shay Mitchell (Tina), Sarah Chalke (Gabi) e Cameron Esposito (Max). Mother’s day esce nelle sale italiane giovedì 23 giugno distribuito da 01 Distribution.

Regia - 2
Sceneggiatura - 1.5
Recitazione - 2.5
Fotografia - 3
Sonoro - 3
Emozione - 1

2.2

Articoli correlati