Dalla mia finestra: recensione del teen-drama spagnolo Netflix

Tratto dal libro di Ariana Godoy, Dalla mia finestra è il teen-drama spagnolo disponibile su Netflix che racconta la storia di un amore adolescenziale passionale e tormentato che trionfa su ostacoli sociali e familiari.

Lei un volto angelico e sognante, lui un bello e dannato in apparenza: in vista di San Valentino, su Netflix è approdato Dalla mia finestraun love drama adolescenziale di manifattura spagnola diretto da Marçal Forés che non riesce a lasciare il segno ma neppure a distinguersi in maniera credibile tra gli innumerevoli film a tema, limitandosi a raccontare in maniera confusionaria il tipico guazzabuglio degli amori adolescenziali che sognano il “per sempre”. Educazione sentimentale, iniziazione alla sessualità, paure e insicurezze da prime volte, personaggi cliché mai approfonditi e vicende prevedibili, sono gli ingredienti che caratterizzano il teen-drama in questione dalla sceneggiatura molto debole.

Dalla mia finestra: la trama del love drama spagnolo disponibile su Netflix

Raquel (Clara Galle) è un’aspirante scrittrice con la testa sempre tra le nuvole, ma che in realtà desidera l’unica cosa che sa di volere davvero: far innamorare di lei l’affascinante vicino di casa Ares Hidalgo (Julio Peña), ragazzo che spia dalla sua finestra e che le sembra irraggiungibile non solo perché bello e dannato, ma perché figlio di una ricca famiglia di imprenditori. Destino vuole però che Ares trovi il modo di rubare la password del wi-fi di Raquel e che la notizia venga condivisa dal fratello minore di Ares: il ragazzo diventa così il suo lasciapassare verso il mondo del ragazzo dei suoi sogni.

Così Ares e Raquel, che cerca di non nascondere la cotta che prova da sempre, si avvicinano sempre di più: tra loro c’è una forte attrazione fisica ma anche un’intesa sentimentale che mette in crisi Ares. Raquel quindi si rende conto che per trasformare quest’avventura in qualcosa di più, dovrà affrontare una serie di ostacoli anche al di fuori del loro rapporto.

Dalla mia finestra: un teen-drama romantico superficiale e senza coerenza

Dalla mia finestra, tratto da libro di Ariana Godoy, è chiaro che desidera rivolgersi prevalentemente ad un pubblico adolescenziale, un limite che appare quasi autoimposto soffocando ogni possibile spunto interessante, che di tanto in tanto appare, di conquistare l’attenzione anche di un target più ampio. Personaggi e vicende di snodo infatti vengono abbozzate, lasciando che siano solo le scene di sesso a dare una certa suspense alla storia d’amore tra i due protagonisti. Se i personaggi di Raquel e Ares, che sono i Romeo e Giulietta della storia, non sono abbastanza approfonditi – per quanto Ares risulti più interessante di Raquel, disegnata solo come un’adolescente ossessionata dal desiderio di possedere mentalmente e sessualmente il vicino di casa, non potremmo aspettarci di più da personaggi che invece dovrebbero avere un ruolo importante, dal momento che questo film nel suo finale sembra voler regalare una storia di educazione sentimentale e affettiva, sostenuta solo da frasi ad effetto.

Dalla mia finestra

Il migliore amico innamorato di Raquel che accetta di perderla senza battersi più di tanto, pur ostentando un profondo amore e legame nei suoi confronti, i genitori di Ares, causa del suo malessere interiore, che da cattivi diventano improvvisamente buoni – senza che si comprenda il motivo di questa conversione -, sono buchi di sceneggiatura che difficilmente possono perdonarsi. Dalla mia finestra si rivela così un film che, esattamente come la scrittura dei suoi personaggi, si abbandona un po’ al caso, mescolando sentimenti, divertissement, sensualità e dramma, pensato per chi sogna di essere la cura e l’eccezione che riuscirà a cambiare, per giochi del caso e del destino, il bello e impossibile di turno. Il risultato è una profonda superficialità che impedisce all’intera storia se non di spiccare il volo, quanto meno di convincere pur nella sua semplice trama sentimentale lo spettatore.

Regia - 2.5
Sceneggiatura - 1.5
Fotografia - 2
Recitazione - 2
Sonoro - 1.5
Emozione - 2

1.9

Tags: Netflix

Articoli correlati