voto del pubblico 3.5/5
voto finale 2.7/5
Regia
Sceneggiatura
Fotografia
Recitazione
Sonoro
Emozione
vota il film ora!
Home Fiction Mare Fuori 2: recensione prima puntata della fiction in onda su Rai...

Mare Fuori 2: recensione prima puntata della fiction in onda su Rai Due

Dopo il grande successo della prima stagione, torna Mare Fuori 2, una seconda stagione che si concentrerà sul futuro e le strade che i ragazzi dell'Istituto penitenziario minorile di Napoli decideranno di percorrere.

-

Tra le seconde stagioni di quest’anno previste nella programmazione Rai, Mare Fuori era una di quelle più attese: le tematiche trattate e i protagonisti, che hanno portato la sua prima stagione ad un paragone improprio con Gomorra, ma in versione soft, mescolano dramma e crime in uno stile registico fresco con una propria identità ben definita, che vedono in Rai Due la sua naturale destinazione. In questa seconda stagione, prodotta da Rai Fiction e Picomedia per la regia di Milena Coccozza e Ivan Silvestrini, è evidente una staffetta tra i protagonisti che hanno dominato la prima stagione con quelli che sono rimasti dietro le quinte, soprattutto tra coloro che detengono il potere nell’istituto, quelli che hanno deciso o cercano di salvarsi. Ma i due ragazzi, che rappresentano da sempre la speranza degli adulti che vegliano su di loro, restano ancora Carmine e Filippo, che si scontrano con la concreta difficoltà di sottrarsi ad un sistema criminale che da sempre è visto senza via d’uscita.

Mare Fuori 2: la trama della seconda stagione della fiction in onda su Rai Due

Carolina Crescentini e Carmine Recano

Carmine (Massimiliano Caiazzo), sparato dai sicari di Valletta nel giorno in cui avrebbe dovuto essere processato insieme a Filippo (Nicolas Maupas), è in coma. Nina (Greta Esposito) è fiduciosa che si sveglierà e nel frattempo inizia ad occuparsi dei preparativi del loro matrimonio: insieme alla piccola Futura da quel momento potranno lasciarsi alle spalle il passato e Carmine potrà liberarsi della sua famiglia, scegliendo di non perseguire gli affari criminali e una vita che non sente sua.

Filippo senza Carmine, pur sentendosi più forte di quando è entrato all’Istituto di detenzione minorile a Napoli, sconta il peso di aver ucciso Ciro: i suoi infatti cercano vendetta, ma a tenerli buoni è Eduardo (Matteo Paolillo), che all’interno della struttura ha ufficialmente preso il posto di Ciro e vuole realizzare il loro sogno, lasciare quanto prima l’istituto e dominare la città di Napoli. Intanto Massimo (Carmine Recano), il Comandante della Polizia Penitenziaria ha deciso, con grande disapprovazione della Direttrice dell’Istituto Paola Vinci (Carolina Crescentini), ha deciso di lasciare l’Ipm: non essere riuscito a proteggere Ciro e Carmine rappresenta per lui un fallimento nella responsabilità del suo ruolo.

Mare Fuori 2: come sottrarsi ad un sistema che non perdona, il focus della seconda stagione

Mare Fuori 2

Mare Fuori 2 pone, attraverso le vicissitudini dei personaggi che ormai già conosciamo bene e mettendo in crisi quelli che hanno sempre rappresentato la speranza – partendo proprio con la dipartita, non sappiamo se definitiva o no del Comandante della Polizia Penitenziaria – la domanda se sia davvero possibile sottrarsi ad un sistema criminale che notoriamente segna le vite di questi ragazzi. Il personaggio di Carmine resta anche in questa stagione l’emblema di questo tentativo, di questa sua battaglia che viene nuovamente ostacolata, insieme a quello di Filippo che, essendo estraneo sin da piccolo a questo mondo e ritrovatocisi quasi per caso, tiene accesa la speranza di cambiare la propria vita, anche in personaggi come Naditza e Cardiotrap.

La sceneggiatura di Mare Fuori 2 è ricca di spunti anche in questa stagione, almeno a giudicare dai primi episodi. Alla luce di ciò affiora la domanda di come possano, ragazzi con un macigno così grande, (ri)creare il loro futuro ed ecco che, alla luce di questo ragionamento, anche l’aggiunta di altri personaggi appare superflua e non necessaria.
Di forte impatto resta la fotografia che racconta con filtri dai colori differenti la prospettiva di due tipologie di personaggi, quelli che non vogliono salvarsi e quelli che provano in tutti i modi a disegnare una vita diversa, accompagnata dalla musica di Stefano Lentini che valorizza e amplifica la drammaturgia dell’intera serie.
Mare Fuori 2 va in onda ogni mercoledì su Rai Due alle 21.25 e in diretta anche su Rai Play, dove al termine della messa in onda restano disponibili in streaming gli episodi.

Ultime notizie

Jason Isaacs su J. K. Rowling: “Le sue posizioni contro i trans? Non mi va di pugnalarla!”

Nel corso di un'intervista al The Telegraph, l'attore Jason Isaacs ha provato a difendere la scrittrice di Harry Potter...

Articoli correlati