Madoff – Il mostro di Wall Street: recensione della docuserie Netflix

Bernie Madoff: uomo o mostro? Un ritratto senza scrupoli di un pezzo di storia americana

Madoff – Il Mostro di Wall Street è una mini docuserie Netflix disponibile dal 4 gennaio 2023 e incentrata su Bernie Madoff. Scomparso il 14 aprile 2021, è stato uno dei più grandi banchieri statunitensi: truffatore per milioni di dollari, è stato condannato per una delle più grandi frodi finanziarie di tutti i tempi. Madoff – Il Mostro di Wall Street ricostruisce la sua storia attraverso le testimonianze di chi lo ha conosciuto, di chi ha lavorato con lui e anche attraverso le sue stesse dichiarazioni, dopo l’arresto.

Leggi la recensione della serie TV ispirata a Madoff con Richard Deyfuss!

Una delle conseguenze più vistose dell’avvento ma soprattutto del successo delle piattaforme è il proliferare di docu-serie ispirate a vistosi fatti di cronaca: un ulteriore punto a favore per lo streaming della N rossa, che quindi oltre a indagare e portare alla ribalta show prodotti e provenienti dalle più lontane (e fino a poco tempo fa sconosciute ai più) realtà audiovisive come La Casa di Carta o Squid Game; riesce a raccontare nella maniera più spettacolare e quindi affascinante possibile storie vere che hanno segnato il nostro passato e quindi il presente che ci circonda.

Dopo Sanpa, Wanna, Dahmer o Vatican Girl – gli esempi più brillanti e vistosi del sottogenere – arriva allora Madoff a raccontare un altro dei personaggi più oscuri del recente passato, questa volta proveniente dal mondo dell’economia.

Morto in carcere ad 82 anni, famoso come il truffatore per antonomasia al punto che il suo cognome è diventato un eponimo, Bernie Madoff tra gli anni ’80 e i ’90 mandò in fumo 65 miliardi di dollari in una colossale frode piramidale che prendeva il nome da Charles Ponzi: ovvero uno schema fatto da vendite e investimenti fraudolenti nella quale un investitore versava un capitale che veniva utilizzato per coprire i finti utili di un altro, e così via.

Un impero di carta enorme e talmente colossale che riusciva però ad ottenere investimenti per decenni, scoperta solo dopo la crisi Lehman Borthers e solo con la denuncia dei due figli, Andy e Mark, che costrinsero il padre a confessare tutto una volta messo alle strette.

Il Mostro di Wall Street ricompone la storia: e come al solito in queste produzioni, lo fa con un gusto particolare per la contestualizzazione storica e culturale. Con Joe Berlinger in cabina di regia delle quattro avvincenti puntate, la docuserie restituisce il protagonista dandogli un profilo enigmatico e misterioso, vischioso perché detentore di un carisma e di una capacità attrattiva: la caratteristica migliore è però la maniera in cui il regista guarda al personaggio storico.

Trovando cioè una chiave di lettura vertiginosa e interessante almeno come la persona: simbolismi, doppi sensi, significati nascosti, tracce e indizi narrativi, vengono disseminati lungo Il Mostro di Wall Street con sottile intelligenza. Sempre però in bilico su un equivoco, lo stesso che aveva reso Wanna così controversa: perché nelle truffe, crimini subdoli capaci di rovinare una vita, c’è la tendenza a puntare il dito contro l’ingenuità di chi viene imbrogliato piuttosto che contro chi l’imbroglio lo fa?

Madoff indaga a fondo la persona al centro del racconto, il suo mondo, il suo background familiare, ritagliando una figura (eccessivamente?) tridimensionale che pur essendo giustamente condannata alla fine come un vero e proprio mostro, si incunea con l’empatia dei grandi personaggi nel gusto del pubblico.

Berlinger mette tutta l’enfasi possibile nella dramatization ma senza esagerare, mettendo la giusta distanza tra realtà e fantasia composti come in un puzzle composto da mezze verità e bugie intere, esattamente come nella vita reale.

Madoff – Il Mostro di Wall Street è una produzione Netflilx con la regia di Joe Berlinger, e vede tra gli interpreti Joseph Scotto (come Madoff), Donna Pastorello (come Eleanor Squillari), Melony Feliciano, Elijah George; ed è da non confondere con l’omonima miniserie con protagonista Richard Dreyfuss.

Se la produzione Netflix é Madoff- Il Mostro di Wall Street ed è una ricostruzione giornalistica che utilizza gli attori come volti di un racconto con voce off (del narratore o dei reali protagonisti della vicenda); Madoff è una miniserie statunitense del 2016 scritta da Ben Robbins, ispirata al libro The Maodff Chronicles di Brian Ross, che vedeva appunto Dreyfuss come attore protagonista.

Regia - 3
Sceneggiatura - 4
Fotografia - 3
Sonoro - 2
Emozione - 3

3

Tags: Netflix

Articoli correlati