Legacy: la vera storia dei LA Lakers – recensione della serie TV Disney+

Tutti gli episodi sono disponibili dal 23 novembre.

La storia dei Los Angeles Lakers e dell’NBA come la conosciamo oggi (è impossibile distinguere le due cose) nasce a cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta. Nasce, prima di tutto, come una storia familiare. E il senso della famiglia, della familiarità, di ciò che significa e comporta quel tipo di legame rimane – per i Lakers e per l’NBA – basilare per diversi anni, e forse lo è ancora. Legacy – La vera storia di LA Lakers (10 episodi, disponibili in streaming su Disney+ dal 23 novembre e diretti da Antoine Fuqua) parte proprio da qui: da un uomo, Jerry Buss, e dalla sua famiglia (i figli e le figlie, in particolare). Un uomo che decide di acquistare una squadra di pallacanestro – i Lakers, appunto – e che acquistandola si fa carico in qualche modo dell’intera lega alla quale quella squadra appartiene: la National Basketball Association, meglio nota come NBA. Lega che riesce a trasformare in maniera decisiva.

Legacy: la vera storia dei LA Lakers, un po’ di contesto storico

legacy: la vera storia di LA Lakers cinematographe.it

Legacy: la vera storia dei LA Lakers segue un arco temporale davvero ampio: parte dalla fine degli anni Settanta e arriva sostanzialmente fino ad oggi. Tuttavia, per capire la portata dell’impatto avuto da Jerry Buss sulla NBA bisogna cercare di capire che cosa fosse l’NBA allora. Negli Stati Uniti d’America della fine degli anni Settanta, la pallacanestro non è uno sport così importante. Non lo è almeno a Los Angeles. Sono il baseball e il football – cosa in parte valida ancora oggi – che si contendono e monopolizzano l’interesse del pubblico. Buss compra i Lakers e li trasforma in una squadra in grado di vincere cinque titoli in dieci anni. E non finisce qui. Jerry Buss cambia il volto dell’intera pallacanestro statunitense, rendendola quella che è oggi: una forma di intrattenimento e di spettacolo che ogni anno movimenta miliardi e miliardi di dollari.

Legacy: la vera storia di LA Lakers, it’s showtime!

Legacy: la vera storia dei LA Lakers cinematographe.it

Non è un caso che quei Lakers fossero soprannominati Showtime Lakers. Ogni partita diventa l’occasione di uno showtime. È Jerry Buss il primo a introdurre le ballerine durante gli intervalli delle partite, il primo ad alzare i prezzi e a ‘selezionare’ in questo modo i tifosi presenti nelle prime file del Forum. Sono novità a cui tutte le squadre si adeguano nel giro di poco. È come se la vicinanza a Hollywood avesse in qualche modo informato tutte le espressioni della città, perfino quelle sportive. I giocatori dei Lakers, o almeno quelli più in vista, diventano delle vere e proprie celebrità, al pari delle personalità del cinema e della musica che ogni sera assiepano le prime file per ammirarne le gesta. Legacy: la vera storia dei LA Lakers racconta molto bene questa rivoluzione, grazie alla montagna di materiale a disposizione. I protagonisti di allora e di oggi vengono intervistati, le loro interviste integrate con quelle d’epoca. E poi ci sono i filmati delle partite, i notiziari del tempo, i commentatori sportivi, i ritagli di giornale. Tutto perfettamente amalgamato, tutto montato in maniera chiara. Tutto concorre a raccontare la storia della dinastia dei Lakers e della NBA.

Legacy: la vera storia dei LA Lakers, quante volte ancora?

Legacy: la vera storia dei LA Lakers cinematographe.it

Rimane ora da chiedersi il senso di un’operazione del genere. Abbiamo cercato di spiegare perché vale la pena raccontare la storia dei Los Angeles Lakers. Tuttavia, pochi mesi fa è uscita Winning Time – L’ascesa della dinastia dei Lakers, una serie televisiva sì romanzata, sì con attori, ma che racconta sostanzialmente le stesse cose. Perché, allora, fare un’altra serie tv? La risposta potrebbe stare nel sottotitolo di Legacy, che si premura di specificare come intenda raccontare la ‘vera’ storia di LA Lakers, auto-proclamandosi autentica fonte di verità in materia. Come a dire: solo noi abbiamo raccontato come sono andate veramente le cose. Certo, Legacy – La vera storia di LA Lakers si spinge molto più in là di quanto non faccia Winning Time, quanto meno in termini temporali (l’intera prima stagione di Winning Time è grosso modo compendiata nel primo episodio di Legacy). E tutto questo senza menzionare They Call Me Magic, altra serie tv uscita negli scorsi mesi e pure questa incentrata su quei Lakers e in particolare su Magic Johnson. L’NBA ha tantissime altre storie da raccontare. Sarebbe forse ora di cominciare a farlo.

Leggi anche Winning Time – L’ascesa della dinastia dei Lakers: recensione della serie Tv

Regia - 3
Sceneggiatura - 3.5
Fotografia - 2.5
Sonoro - 3
Emozione - 3

3

Articoli correlati