L’Antica Apocalisse: recensione della serie Netflix

La storia dell'uomo inizia con la scienza ufficiale... o ancora prima dell'Era Glaciale?

L’Antica Apocalisse è una serie di documentari raccontati da Graham Hancock, giornalista e scrittore scozzese. La sua opera letteraria più conosciuta è Il Mistero Del Sacro Graal, un diario di 9 anni di ricerche tra Etiopia, Egitto e Israele sulle tracce dell’arca dell’alleanza e del Sacro Graal.

Graham Hancock è un po’ il Martin Mystère della nostra realtà: come il celebre personaggio creato dalla fervida immaginazione e dalla enciclopedica cultura di Alfredo Castelli, lo pseudo-archeologo (come viene chiamato con fare dispregiativo dai suoi colleghi, anzi pseudo-colleghi) Hancock ha dedicato la sua vita e la sua professione a cercare di penetrare la nebbia che circonda la storia del mondo prima dell’era glaciale.
Detto così, sembra quasi il titolo di un film: e potrebbe esserlo, ma è anche un’affermazione che nonostante tutto ha un fondo di verità.

Nell’MCUniverse Atlantide vuol dire Namor!

Siamo una specie con l’amnesia? Potremmo aver dimenticato una parte vitale della nostra storia? Molti archeologici mi odiano perché cerco di scoprirlo. Il concetto di civiltà perduta prima dell’era glaciale è estremamente pericoloso per l’archeologia tradizionale, perché fa mancare la terra da sotto i piedi all’intera disciplina, toglie le fondamenta. Ci sono persone che grazie al loro impatto cambiano il modo in cui vediamo le cose: mi interessa imparare la lezione del passato per sgomberare la nebbia che circonda la preistoria: ed è una nebbia perchè non si cono documenti, dobbiamo ricostruire il nostro quadro del passato da prove frammentaria. Storie folkloristiche, leggende, miti: per me sono prove importanti e una delle mitologie più misteriose ci arriva attraverso le antiche culture del Messico”: sono le parole con cui Graham introduce il secondo episodio dell’insolito show Netflix, La Grande Piramide di Cholula.

Piramide (sconosciuta ai più, è in assoluto il più grande monumento mai costruito da qualsiasi civiltà esistita e conosciuta, grande 400mt per 400 mt, edificata intorno al 1200 d.C.) che è solo una delle grandi meraviglie che, al netto di supposizioni e studi più o meno empirici, vengono esplorate da questo insolito signore con la passione per il mistero.

La Terra, pianeta del mistero

Sono otto gli episodi de L’Antica Apocalisse, con otto argomenti affascinanti quanto enigmatici. Nel primo, Graham visita Gunung Padang, un sito archeologico indonesiano, per trovare le prove di una civiltà perduta e del potenziale cataclisma che l’ha spazzata via.
Nel secondo, a Cholula, la più antica città ininterrottamente abitata del Messico, il giornalista ispeziona la piramide più grande del mondo alla ricerca di segni di un passato dimenticato.
E poi: Graham scopre uno schema affascinante che potrebbe collegare gli spettacolari templi megalitici di Malta, che ritiene siano molto più antichi di quanto riportato; Graham è tra i pochi studiosi che hanno studiato la formazione rocciosa di Bimini al largo della costa di Miami, un tempo leggendaria come la strada per Atlantide; a Göbekli Tepe, il più antico megalite conosciuto al mondo, Graham si chiede se semplici cacciatori-raccoglitori da soli avrebbero potuto costruire una struttura così avanzata; e ancora, Graham visita antichi tumuli in Nord America e si chiede se contengano un significato astronomico o addirittura avvertimenti di un evento climatico apocalittico; l’autore torna in Turchia per esplorare Derinkuyu, un’antica città sotterranea e bunker di sopravvivenza che potrebbe ospitare migliaia di persone in tempi di crisi; per finire, negli antichi siti geologici del Nord America, Graham immagina un evento apocalittico che potrebbe aver cambiato per sempre la Terra e i suoi abitanti.

La Primaide di Gregory Laìevasseru è un film che vi terrorizzerà!

New Atlantis

Sebbene gli scienziati credano di aver categoricamente smentito il mito di Atlantide, l’idea è oggi più popolare che mai, ancora di più che nella narrativa romanzata.

Perché l’ultimo esponente della teoria di un’unica fonte perduta per tutta la civiltà è proprio Graham Hancock: sebbene non la chiami Atlantide, le sue idee convincenti su una società sofisticata distrutta da un’alluvione 12.000 anni fa sembrano basarsi su una rielaborazione del mito originale del continente perduto, i cui sopravvissuti portarono cultura, religione, costruzione di monumenti e civiltà al resto del mondo. L’antica Apocalisse è qui a dimostrare tutto questo.

E Hancock offre varie prove a sostegno della sua teoria. Afferma che la misteriosa civiltà perduta ha lasciato il segno in antichi monumenti, che secondo lui sono stati costruiti per rispecchiare alcune costellazioni di stelle. Le sue idee estremamente popolari hanno attratto un pubblico così vasto da sostituire a volte la visione convenzionale del passato, basata su prove scientifiche, che le civiltà del mondo antico si sono sviluppate indipendentemente, da popoli diversi, in continenti diversi.
Eppure, alla storia e alla scienza ufficiale manca qualcosa che le teorie di Hancock hanno in abbondanza: la fantasia e il fascino del mistero.

Regia - 3
Sceneggiatura - 4
Fotografia - 4
Recitazione - 3
Sonoro - 3
Emozione - 3

3.3

Tags: Netflix

Articoli correlati