Wonder Woman, Brie Larson, Cinematographe.it

L’interprete di Captain Marvel non vede l’ora di guardare in sala il nuovo film dedicato a Wonder Woman. Ecco il post di Brie Larson su Twitter

L’uscita del trailer di Wonder Woman 1984 ha caricato di aspettative diversi appassionati DC Comics. Ma anche dalla sponda Marvel ci sono stati dei giudizi positivi. Tra questi c’è quello di Brie Larson, attuale interprete di Captain Marvel, che ha così scritto su Twitter allegando al commento il trailer del film:

Siri, come posso viaggiare nel tempo film al 5 giugno 2020?

Insomma, sembra che l’attuale interprete della supereoina Marvel sia rimasta colpita dal filmato e non veda l’ora di vedere il film, tanto da desiderare di viaggiare nel tempo perché non sta più nella pelle. E poi, essendo Wonder Woman e Captain Marvel le principali supereoine femminili degli universi cinematografici Marvel e DC Comics è giusto che Brie Larson empatizzi con il personaggio di Gal Gadot.

Wonder Woman 1984: Gal Gadot e Patty Jenkins parlano del sequel

Wonder Woman 1984 è il seguito del primo capitolo cinematografico dedicato all’eroina DC Comics racconta ancora una volta le peripezie della protagonista interpretata nuovamente da Gal Gadot. Il film è diretto da Patty Jenkins che torna alla regia a distanza di due anni dal precedente Wonder Woman. Il sequel è stato sceneggiato dalla regista assieme a Geoff Johns e David Callaham. Nel cast ritroveremo anche Chris Pine nel ruolo di Steve Trevor, Kristen Wiig come Barbara Ann Minerva / Cheetah, Pedro Pascal nelle vesti di Maxwell Lord, Connie Nielsen come Hippolyta ed infine Robin Wright come Antiope. Completano il cast anche gli attori Natasha Rothwell, Ravi Patel, Gabriella Wilde, Kristoffer Polaha e Amr Waked in ruoli ancora sconosciuti.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE