Whitney Houston e i retroscena del matrimonio con Bobby Brown, fra droga, umiliazioni e violenze

Il matrimonio tra Whitney Houston e Bobby Brown è stato tutt'altro che idilliaco.

Sebbene nel corso della sua carriera artistica si sia tolta tante soddisfazioni, la cantante e attrice Whitney Houston –  morta l’11 febbraio 2012, all’età di 48 anni, in una stanza del Beverly Hilton Hotel a Beverly Hills per un annegamento accidentale nella vasca da bagno, in seguito ad un’eccessiva assunzione di droghe combinata all’aterosclerosi – non ha avuto la stessa fortuna in campo sentimentale. The Voice, soprannome attribuitole da Oprah Winfrey, nel corso degli anni ottanta fu legata sentimentalmente prima alla star del football americano Randall Cunningham e poi all’attore Eddie Murphy. Proprio alla fine degli anni ottanta, Whitney Houston riuscì a trovare l’amore, un amore però sfortunato e violento che la spinse verso l’oscuro vortice della tossicodipendenza.

Whitney Houston e il matrimonio con Bobby Brown

Whitney Houston; cinematographe.it

Whitney Houston e Bobby Brown si conobbero nel 1989 durante la cerimonia dei Soul Train Music Awards. Tra i due scattò subito il colpo di fulmine e tre anni dopo, ovvero nel 1992, convolarono a nozze. Un matrimonio che fin da subito non venne accettato dalla famiglia e dagli amici della cantante. A quel tempo, infatti, l’immagine pubblica di Whitney Houston era immacolata, mentre Bobby Brown aveva già problemi con la giustizia oltre che tre figli da tre donne diverse.

Dopo un aborto spontaneo, nel 1993 nacque Bobbi Kristina Brown, la loro prima figlia. Bobby Brown, nel corso degli anni novanta, continuò ad avere problemi con la giustizia, tra accuse di molestie sessuali e guida in stato di ebbrezza. Non molto tempo dopo, cominciarono a circolare indiscrezioni sull’uso di droghe da parte della Houston. Il loro matrimonio, anno dopo anno, finì per deteriorarsi fino ad arrivare ad un episodio terribile: nel 2003, durante un litigio, Bobby Brown picchiò selvaggiamente sua moglie. Stando ai rapporti, la polizia, arrivata in loco, dovette usare addirittura la pistola elettrica per fermarlo.

Dopo vari scandali per infedeltà, arresti per droga ed alcol, Whitney Houston nel 2006 si separò da suo marito Bobby per iniziare il processo di disintossicazione. Successivamente, chiese il divorzio e le venne affidata la custodia della figlia. Bobby Brown, dal canto suo, contestò il divorzio dichiarando di essere senza fissa dimora e depresso. Il cantante però non si presentò all’udienza fissata e i suoi avvocati decisero di non rappresentarlo più.

Articoli correlati