The Rock, cinematographe.it

Dwayne The Rock Johnson in un video prende posizione a favore dei manifestanti e critica Donald Trump

Dwayne The Rock Johnson ha pubblicato un video su Twitter in cui mostra supporto al movimento Black Lives Matter e dove sembra mettere in discussione la mancanza di leadership del presidente Donald Trump durante le proteste contro la morte di George Floyd. “Dove sei? Dov’è il nostro leader? Dov’è il nostro leader in questo momento in cui il nostro paese è in ginocchio, implorando, supplicando, ferito, arrabbiato, frustrato, dolorante con le braccia aperte, che vuole solo essere ascoltato?”. L’attore chiede ripetutamente: “Dove sei?” durante il video, che dura otto minuti e 25 secondi. Floyd è morto il 25 maggio dopo che un agente di polizia di Minneapolis, che è stato accusato di omicidio di secondo grado, ha tenuto il ginocchio sul collo di Floyd per otto minuti e 46 secondi.

Dov’è il nostro leader compassionevole che si fa avanti, stendendo una mano e dicendo: “Alzati con me. Ti sento, ti sto ascoltando. E tu hai la mia parola che farò tutto ciò che è in mio potere, fino al giorno della mia morte, al mio ultimo respiro, per fare tutto il possibile per creare il cambiamento necessario, per normalizzare l’uguaglianza perché le vite nere contano”. Dove sei?

Sebbene The Rock non si riferisca direttamente a Trump, è chiaro che sta parlando del Presidente americano. Il monologo è una delle più forti posizioni politiche che abbia mai preso apertamente durante la sua carriera. L’attore spiega anche come la frase “All Lives Matter” sia profondamente sbagliata per questo periodo storico. “Certo, tutte le vite contano, ma in questo momento decisivo, cruciale, esplosivo in cui il nostro paese è in ginocchio… dobbiamo dire Black Lives Matter [le vite nere contano ndr]”

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE