The Flash: Ezra Miller verrà sostituito? Ecco la risposta di Warner Bros.

Le voci secondo cui Warner Bros. sostituirà la star di The Flash Ezra Miller sono false, nonostante i recenti problemi legali dell'attore

Nell’ultimo periodo Ezra Miller ha avuto diversi problemi legali e i fan hanno temuto che la sua parte nel DCEU potesse essere in pericolo. L’attore sarà presto visto nell’atteso The Flash, ma dopo ai suoi arresti alle Hawaii è circolata la voce secondo cui Warner Bros. lo sostituirà come interprete dell’iconico eroe DC. Ora, una attendibile fonte del settore, rassicura che non sarà così.

The Flash - Cinematographe.it

Adam B. Vary, giornalista senior del noto sito Variety, ha recentemente twittato che gli addetti ai lavori assicurano che WB non è alla ricerca di un nuovo interprete di Barry Allen/The Flash, nonostante i recenti problemi legali di Miller. Il giornalista ha aggiunto che, poiché in The Flash Miller interpreta diverse versioni alternative dell’eroe, sostituirlo “significherebbe girare di nuovo l’intero film”.

Ezra Miller e i più recenti problemi legali della star di The Flash

Ezra Miller è stato arrestato per la prima volta a marzo, a seguito di un incidente in un bar a Hilo, nelle Hawaii. L’attore è stato accusato di molestie e di condotta inappropriata. Secondo il rapporto della polizia Miller “ha afferrato il microfono di una donna di 23 anni che cantava al karaoke (reato di comportamento inappropriato) e poi si è lanciato contro un uomo di 32 anni che giocava a freccette (reato di molestia). Il proprietario del bar ha inutilmente chiesto a Miller di calmarsi più volte”. La coppia coinvolta ha presentato un’ordinanza restrittiva contro Miller che, tuttavia, è stata successivamente ritirata.

La star di The Flash è stata arrestata per la seconda volta diverse settimane dopo, sempre alle Hawaii. Questa volta la giovane star è stata arrestata perché non voleva allontanarsi da una residenza privata, dove si stava tenendo un incontro e dove Miller avrebbe “reagito in maniera aggressiva” alla richiesta di andarsene. Gli agenti di pattuglia che sono intervenuti sul posto hanno riferito che l’attore ha “lanciato una sedia che ha colpito un’ospite di 26 anni, provocandogli un taglio sulla fronte”.

Presto sono emerse notizie secondo le quali, il comportamento di Miller alle Hawaii, rispecchiava il suo comportamento irregolare sul set durante le riprese di The Flash. Una fonte vicina alla produzione ha affermato che l’attore ha avuto “frequenti crolli” durante le riprese principali del blockbuster, ma non ci sono stati segni di aggressione o violenza sul set. Questi report sono stati seguiti da voci secondo cui Warner Bros. avrebbe tenuto una riunione di emergenza per decidere le sorti di The Flash e il futuro nel DCEU di Miller. Queste voci sono state presto smentite.

The Flash arriverà nei cinema a giugno 2023.

Articoli correlati