Splinter Cell: il film con Tom Hardy sarà più action movie e meno videogioco

Ora che Assassin’s Creed ha debuttato nelle sale, la Ubisoft deve pensare bene a Splinter Cell, prossimo videogioco della compagnia a diventare film.

L’adattamento di Justin Kurzel non ha riscosso il successo, al botteghino e di critica, che molti si attendevano, fallendo nello scrollarsi di dosso questa sorta di maledizione che accompagna i film tratti da videogiochi. Il produttore Basil Iwanyk, tuttavia, crede molto in Splinter Cell, che vedrà Tom Hardy nei panni dell’agente speciale Sam Fisher. L’attore è legato sin dal 2012 al progetto, che Iwanyk ha definito più vicino a un action movie vero e proprio che a una trasposizione, come ha dichiarato a Collider:

“[Assassin’s Creed e Splinter Cell] sono due cose separate. La storia del successo finanziario di Assassin’s Creed deve essere ancora scritta perché viviamo in un mondo internazionale; se la sta ancora giocando. Assassin’s Creed aveva un mondo, una trama,  realtà uno spara tutto in prima persona. Quindi la sfida è stato renderlo interessante non avendo uno scheletro narrativo ben preciso. Questo ci ha permesso di creare un nostro mondo e sviluppare e studiare i personaggi. Non penso che si possa fare un confronto perché il nostro film non dà la sensazione di essere tratto da un videogioco, ma penso che sarà più un action movie tosto con Tom Hardy, che è la cosa che volevamo. Tom è un giocatore. E ha anche molti amici che fanno parte di quel mondo, non dei videogiochi, ma delle Unità Speciali. Vuole davvero interpretare questo personaggio. È questo che lo rende emozionante per tutti noi, perché Tom che interpreta questo personaggio è un evento.”

Splinter Cell: il film con Tom Hardy sarà più action movie e meno videogioco

Il produttore ha poi sottolineato come, a differenza del suo prossimo film John Wick 2, che sarà Rated R, Splinter Cell sarà un “duro PG-13.” L’obiettivo più importante è appunto creare una propria mitologia che lo differenzi da altre storie di spionaggio come quelle di James Bond o Jason Bourne.

Se tutto va come dovrebbe, Tom Hardy potrebbe riuscire a leggere la sceneggiatura completa il prossimo mese.

Tags: Tom Hardy

Articoli correlati