Scene di sesso: cosa succede se un attore si eccita davvero?

Ecco cosa accade sul set quando un interprete si ritrova eccitato per davvero.

È totalmente normale che un attore si ecciti durante le scene di sesso e la produzione viene immediatamente stoppata, vediamo come e perché!

Le scene di sesso sono sempre più comuni in moltissimi film e serie televisive, ma il processo per realizzarne una può diventare piuttosto complesso, mettendo a rischio l’intera produzione. Uno dei maggiori intoppi che potrebbe fermare la produzione è quando la finzione supera la realtà e, gli attori coinvolti nella scena, si ritrovano eccitati per davvero. Secondo un coordinatore di intimità – figura professionale chiave che guida gli attori e la troupe sul set durante le riprese di una scena di sesso simulato e nudità – è normale che filmare questo tipo di atti evochi molte emozioni, inclusa l’eccitazione. In un’intervista per Insider David Thackeray, un coordinatore di intimità per studi come Netflix, Warner Bros, Apple TV, BBC e HBO, ha parlato di cosa accade sul set quando un interprete si ritrova eccitato.

scene di sesso cinema - cinematographe.it

Ebbene, l’eccitazione durante le riprese di scene di sesso è del tutto normale e c’è un protocollo per affrontarla. Thackeray ha detto che l’eccitazione è una naturale risposta durante le riprese di una scena di sesso, spiegando che gli attori “stanno unendo il fisico e la mente, quindi sì, succede”. Ha detto che la chiave per gestire qualsiasi tipo di eccitazione sul set è la professionalità. Thackeray ha spiegato che i coordinatori di intimità seguono protocolli specifici per gestire l’eccitazione, proprio come fanno con la maggior parte degli aspetti delle riprese di contenuti intimi. Il professionista ha detto che durante le scene di sesso può essere richiesto un timeout per svariati motivi, tra cui se la coreografia è andata fuori rotta, se un indumento creato per garantire la privacy si è spostato o, per l’appunto, se si è eccitati. Quando ciò accade, è compito di un coordinatore di intimità onorare i bisogni degli attori e normalizzare ciò che stanno vivendo. “È normale e la cosa peggiore che si possa fare è andare avanti, ignorando la cosa”, ha detto Thackeray.

Oltre ad aiutare i membri del cast, parte del lavoro di un coordinatore di intimità consiste nell’informare la troupe sulla possibilità che un attore si ecciti durante una scena e sia presente per chiunque possa sentirsi a disagio. “Bisogna assicurarsi di farlo uscire dalla stanza e dirgli che è normale, che può succedere. La cosa peggiore da fare in questi casi è star lì a guardare a bocca aperta, fregandosi le mani. Bisogna avvisare anche la troupe, devono essere consapevoli di quale scena verrà girata e di quale nudità verrà vista”.

Fonte: Insider

Articoli correlati