Ridley Scott ha svelato un’importante informazione su Kitbag

Il noto cineasta inglese, dopo House of Gucci e The Last Duel, è pronto a lavorare sul suo prossimo film.

Ridley Scott lavorerà anche a Il Gladiatore 2

Ridley Scott è uno dei cineasti più famosi del mondo con un’esperienza pluridecennale e tantissimi cult alle spalle come Il gladiatore (2001), Alien (1979), Blade Runner (1982), Thelma & Louise (1991) e molti altri ancora. Recentemente tornato alla ribalta per House of Gucci e The Last Duel, entrambi di quest’anno, con il secondo che purtroppo è stato una delusione al botteghino nonostante sia stato accolto positivamente dalla critica, l’autore pensa al futuro che vede già la presenza di due progetti sicuri ovvero Il Gladiatore 2, sequel del leggendario film e Kitbag, un’opera incentrata su Napoleone Bonaparte, con Joaquin Phoenix ad interpretare l’iconica figura storica.

Proprio riguardo Kitbag, in una recente intervista che ha tenuto Scott per BBC Today (riportata da Collider), è emerso un dettaglio davvero importante sul film. Il regista ha infatti svelato quando partiranno ufficialmente le riprese della pellicola ovvero il 15 gennaio 2022 ovviamente per conto di Apple Studios che ultimamente sta investendo parecchio nel cinema (come non dimenticare la produzione, ad esempio, di Killers of the Flower Moon di Martin Scorsese). Oltre a ciò, l’autore ha spiegato come mai Phoenix è perfetto per la parte.

Nessun attore potrebbe mai incarnare Napoleone come Joaquin. Ha creato uno degli imperatori più complessi della storia del cinema in Gladiator e noi ne creeremo un altro con il suo Napoleone. È una sceneggiatura brillante scritta da David Scarpa e oggi non c’è partner migliore di Apple per portare una storia come questa a un pubblico globale.

All’interno di Kitbag, inoltre, è presente anche Jodie Comer che riveste il ruolo della moglie Josephine, dopo essere apparsa da poco in The Last Duel dello stesso regista. Non appena avremo informazioni aggiuntive sulla realizzazione ovviamente non esiteremo a riportarvi tutti dettagli completi.

Leggi anche The Last Duel: perché è un flop? Per Ridley Scott la colpa è dei Millennials, con quei f*****i cellulari

Articoli correlati