Pio La Torre: Walter Veltroni dirigerà il biopic sul politico ucciso dalla mafia

Il documentario conterrà interviste, registrazioni di processi, testimonianze e archivi delle tv locali siciliane, nonché immagini inedite condivise dalla famiglia di Pio La Torre.

Da leggere

Cento Giorni di Felicità: il libro di Fausto Brizzi diventa un film in Cina

La Bridging the Dragon, l'associazione che raccoglie produttori cinematografici sino-europei, ha raggiunto un accordo con la società di produzione...

The Flash: il Batman di Ben Affleck sfreccia tra le strade di Glasgow [FOTO]

Le riprese di The Flash continuano senza sosta. Le nuove foto rubate dal set apparse nelle ultime ore sul...

Chi è Callum Turner? Biografia, carriera e vita privata dell’affascinante attore del film Netflix L’ultima lettera d’amore

Forse guardando il film L’ultima lettera d’amore, prodotto da Netflix, avete messo gli occhi sull’affascinante Callum Turner. Sebbene non...

Minerva Pictures ha annunciato che nel 2022 produrrà un biopic dedicato a Pio La Torre, scritto e diretto da Walter Veltroni

Il 30 aprile del prossimo anno saranno trascorsi esattamente quarant’anni dalla morte di Pio La Torre. Era infatti il 1982 quando il politico e sindacalista italiano veniva assassinato per ordine di alcuni capi dell’organizzazione criminale cosa nostra, tra cui Totò Riina e Bernardo Provenzano. Una figura indelebile, tra le più virtuose della storia italiana, che con il suo impegno e la sua lotta quotidiana ha contribuito ad introdurre nel codice penale l’art. 416-bis, il quale prevedeva per la prima volta nell’ordinamento italiano il reato di “associazione di tipo mafioso” e la confisca dei patrimoni di provenienza illecita.

A quarant’anni dalla sua morte, avvenuta a Palermo quando aveva 54 anni, la vita di Pio La Torre sarà raccontata in un nuovo biopic scritto e diretto da Walter Veltroni, contenente interviste, registrazioni di processi, testimonianze, archivi delle tv locali siciliane, interventi ai congressi di partito o in parlamento, nonché immagini inedite condivise dalla famiglia. La notizia è stata annunciata nelle ultime ore da Minerva Pictures, la società di produzione e distribuzione cinematografica indipendente che nel 2022 produrrà il documentario in questione.

Come ci ricorda il comunicato ufficiale diffuso quest’oggi:

Pio la Torre fu ucciso quando in Sicilia l’intreccio tra mafia, terrorismo politico e Stato deviato si manifestò nel modo più cruento. Nel volgere di tre anni, insieme a esponenti delle forze dell’ordine, magistrati e professionisti, furono uccisi Boris Giuliano, Cesare Terranova, Piersanti Mattarella, Gaetano Costa, Carlo Alberto dalla Chiesa. La mafia, come tornerà a fare dieci anni dopo con gli omicidi di Falcone e Borsellino, si intreccia con la politica e il potere, si fa, di volta in volta, mandante ed esecutore di assassini e stragi. Pio la Torre e Rosario di Salvo, suo autista e amico, vengono uccisi perché il leader politico della sinistra siciliana ha denunciato con forza il carattere della mafia come sistema, ha approntato una legge che introduceva il reato di associazione mafiosa e la confisca dei beni e si è opposto alla costruzione di una base americana a Comiso che aveva destato forte interesse nelle organizzazioni criminali.

Ultime notizie

Cento Giorni di Felicità: il libro di Fausto Brizzi diventa un film in Cina

La Bridging the Dragon, l'associazione che raccoglie produttori cinematografici sino-europei, ha raggiunto un accordo con la società di produzione...

Articoli correlati