Oscar: dal 2024 nuove regole “inclusive” per la categoria Miglior Film

Dal 2024, affinché un film possa concorrere nella categoria Miglior Film, dovrà rispettare nuove regole anti-discriminatorie.

Da leggere

Drew Barrymore: “credo che mia madre abbia creato un mostro”. Ecco le rivelazioni shock dell’attrice

Quando nasci in una famiglia che da ben tre generazioni ha la passione per la recitazione non puoi che...

Zack Snyder’s Justice League: un inedito Lanterna Verde è stato scartato dal film

Zack Snyder's Justice League: il personaggio mancante Zack Snyder's Justice League continua a regalare sorprese, a giorni dal suo rilascio,...

The Falcon and The Winter Soldier: il cameo del quinto episodio era un mistero per Wyatt Russell

The Falcon and The Winter Soldier: il cameo era misterioso anche per l'interprete di John Walker The Falcon and The...

L’Academy of Motion Picture Arts and Sciences apporta importanti modifiche al regolamento degli Oscar per abbattere qualsiasi forma di discriminazione

Gli Oscar contro ogni forma di diversità. Nell’ambito dell’iniziativa Academy Aperture 2025, l’Academy of Motion Picture Arts and Sciences ha annunciato che i film che concorreranno nella categoria Miglior Film a partire dall’edizione del 2024 dovranno rispettare alcuni importanti criteri, al fine di promuovere l’equa rappresentazione sullo schermo in termini di identità di genere, orientamento sessuale, etnia e disabilità.

Oscar, cinematographe.it
Oscar: dal 2024 nuove regole “inclusive” per la categoria Miglior Film

Quattro saranno le aree giudicata: davanti alla macchina da presa, nella troupe, nello studio cinematografico e nelle aree legate ad altri aspetti dello sviluppo e uscita del film. Per quanto riguarda la prima, un film dovrà avere almeno un protagonista o un non-protagonista o il 30% dei ruoli secondari interpretati da un gruppo etnico sottorappresentato. La stessa storia dovrà essere incentrata su un gruppo sottorappresentato.

La troupe, invece, dovrà avere almeno due capireparto appartenenti a un gruppo sottorappresentato, e almeno uno deve appartenere a un gruppo etnico sottorappresentato, oppure almeno sei membri della troupe o il 30%  devono appartenere a gruppi etnici sottorappresentati.

La terza categoria riguarda gli stage pagati o gli apprendistati, mentre la quarta categoria su chi lavora nel marketing, nella promozione o nella distribuzione del film.

Ultime notizie

Drew Barrymore: “credo che mia madre abbia creato un mostro”. Ecco le rivelazioni shock dell’attrice

Quando nasci in una famiglia che da ben tre generazioni ha la passione per la recitazione non puoi che...

Articoli correlati