abel ferrara

Il Nations Award – Premio Cinematografico delle Nazioni ideato da Gian Luigi Rondi per la sua 14ª edizione consegna il premio alla carriera a Jean Sorel e Abel Ferrara

Il Nations Award, il riconoscimento ideato da Gian Luigi Rondi negli anni ’70, premia anche quest’anno ospiti d’eccezione, rendendo omaggio al fondatore, scomparso nel 2016, quattro anni fa. Il 19 settembre 2020 al teatro antico di Taormina verrà consegnato il Premio Cinematografico delle Nazioni alla Carriera all’attore francese Jean Sorel e ad un altro iconico personaggio, del panorama italiano, il regista Abel Ferrara. Sorel ha lavorato con artisti come Visconti, Risi, Bunuel, Lumet, Lattuada e Lizzani, e Bolognini. Ferrara invece vanta tra i suoi lavori opere come L’angelo della vendetta del 1981, King of New York del 1990, Il cattivo tenente del 1992, Pasolini del 2014 e il più recente Siberia del 2020. La kermesse, anch’essa posticipata per l’emergenza Coronavirus e le successive restrizioni imposte dal Governo, ha come tema principale la tutela e salvaguardia dell’ambiente, che sarà anche l’argomento trattato in due convegni che avranno luogo il 18 e 19 settembre, dove interverranno esponenti del mondo dello spettacolo, giornalisti, esperti del settore e anche alcune note istituzioni che si occupano di queste tematiche. In particolare il primo si concentrerà sulla sostenibilità e valorizzazione del territorio, mentre il secondo ha come titolo Thinking Green – Economia della bellezza.

Tra le grandi manifestazioni cinematografiche, anche quest’anno nella splendida cornice di Taormina, con Tiziana Rocca stiamo riproponendo il Premio Cinematografico delle Nazioni, voluto negli anni settanta dal grande Gianluigi Rondi”, ha dichiarato Michel Curatolo, presidente del Nations Award. “Il nostro intento è quello di celebrare attori e cineasti nazionali ed internazionali motivati dalle tematiche sociali inerenti alla sostenibilità ambientale. Come da tradizione, durante questi due giorni, verranno organizzati due convegni con il Patrocinio del Parlamento Europeo e della Regione Sicilia, in cui esperti e giornalisti dibatteranno sulla salvaguardia dell’ambiente, coinvolgendo gli artisti invitati all’evento. È stato un lavoro difficile ma eccezionale, nonostante le problematiche sanitarie nell’invitare tutti questi testimonial d’eccezione a parlare di ambiente. Penso che il tema dell’ecologia non sia mai stato cosi importante come oggi”.

Jean Sorel - cinematographe.it
Jean Sorel nel film From a Roman Balcony del 1960

Tra gli altri premi, in relazione al tema della manifestazione, verrà consegnato il Nations Award Thinkingreen al Senatore Urania Papatheu. Con il sostegno di Legambiente, quest’anno è stata istituita la campagna di raccolta fondi per il rimboschimento dei territori colpiti dalla devastazione degli incendi, chiamato #Rialberiamo. Il Nations Award 2020 ricorderà nuovamente Sebastiano Tusa, archeologo e assessore regionale, rimasto vittima della strage aerea della Ethiopian Airlines, per il quale il Premio delle Nazioni ha istituito uno speciale premio intitolato alla sua memoria. Uno spazio come sempre andrò all’arte contemporanea con opere allestite nella storica sede di Taormina.

Anche quest’anno siamo felici di portare al Teatro Antico di Taormina personalità del mondo della cultura e dello spettacolo di così alto profilo”, ha dichiarato Tiziana Rocca, direttrice artistica del Nations Award. “Consegneremo il Premio Cinematografico delle Nazioni alla Carriera a due maestri del cinema, che si sono distinti nella regia e nella recitazione. È un vero piacere, oltre che un onore, poter contare sulla presenza di Abel Ferrara e di Jean Sorel, che torna a Taormina dopo molti anni Come sappiamo tutti, è stato un anno particolarmente difficile, sotto moltissimi aspetti, anche se con leggero ritardo rispetto all’abituale svolgimento del premio, ci siamo battuti affinché questo appuntamento, a cui teniamo in particolar modo, avesse luogo, ovviamente nella massima sicurezza di tutti gli ospiti e dei partecipanti. La salvaguardia e la tutela ambientale rimarranno il perno di questo premio, sono delle tematiche attuali e fondamentali oggi come non mai. È stato un anno durissimo da questo punto di vista, tra la pandemia, le alluvioni nel nord Italia e gli incendi nel sud che hanno distrutto ettari ed ettari di boschi e riserve naturali, mi auguro che anche nel nostro piccolo si possa contribuire ad accendere una luce di speranza per il futuro”.

E TU COSA NE PENSI? LASCIA IL TUO COMMENTO

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto

LE NOSTRE INTERVISTE ESCLUSIVE