Metro 2033 - cinematographe.it

Ora è ufficiale: Metro 2033 verrà adattato per il grande schermo!

Il celebre romanzo fantascientifico post apocalittico dello scrittore russo Dmitrij Gluchovskij, Metro 2033 (poi un videogioco di successo), arriverà sul grande schermo grazie alla compagnia russa TNT-Premier Studios, a TV-3 Channel e a Central Partnership Film Company – tutti parte di Gazprom Media. Le riprese dovrebbero iniziare il prossimo anno. La premiere russa del film è prevista per il 1 gennaio 2022. Il regista e il cast devono ancora essere annunciati; mentre i diritti esclusivi per il film saranno detenuti da Gazprom Media. Il romanzo è stato creato dall’autore durante le molte ore trascorse nella metropolitana di Mosca; terminata la prima stesura del libro, rifiutata dagli editori, Gluchovskij la pubblicò su un sito amatoriale, scaricabile gratuitamente. Venne poi pubblicato in cartaceo nel 2005. In Italia arrivò nel 2010, quando venne pubblicato il videogioco.

Valery Fedorovich, uno dei produttori del film, ha dichiarato: “Il libro di questo autore russo è diventato famoso in tutto il mondo ed è apprezzato dai fan e dai giocatori di fantascienza di tutto il pianeta. Per noi e Gazprom Media Holding questo è un progetto da sogno, il film più ambizioso che abbiamo mai lanciato. Intendiamo investire una somma senza precedenti nella produzione e promozione di questo film, sia in Russia che all’estero”.

Metro 2033
Immagine tratta dal gioco.

Glukhovsky ha dichiarato: “Metro 2033 è il mio primo romanzo. Ha avuto un ruolo molto speciale nella mia vita e, nonostante abbia ricevuto numerose offerte per adattarlo, le ho rifiutate per oltre 10 anni. In Russia non ho visto nessun produttore in grado di realizzare un buon adattamento cinematografico di questo libro. Sembrava impossibile. Ma ora ho finalmente incontrato una squadra a cui posso affidarlo. Per non deludere i fan, sono pronto a diventare un produttore creativo del film e contribuire a crearlo con i miei consigli e le mie idee.”

Mosca, anno 2033. In seguito a una guerra nucleare, i sopravvissuti sono costretti a vivere nelle metropolitane della capitale russa, organizzati in stazioni simili a città stato. In queste ultime si respira un’atmosfera opprimente e angosciante. Il buio cela molte insidie, tra le quali la frequente possibilità di imbattersi in mostruose creature che popolano le gallerie. I rari e pericolosi collegamenti con l’esterno, alla ricerca di materiale e risorse utili, sono garantiti dai coraggiosi “Stalker”.

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi novità, recensioni e news su Film, Serie TV e Fiction. Inoltre puoi partecipare alle nostre iniziative e vincere tanti premi

Grazie da adesso riceverei settimanalmente la nostra newsletter

Qualcosa è andato storto