Mel Gibson nega le accuse di Winona Ryder: “È tutto falso!”

Nelle scorse ore, Winona Ryder aveva raccontato al Sunday Times di quando Mel Gibson rivolse frasi antisemite e omofobe a lei e ad un suo amico.

Un rappresentate di Mel Gibson ha risposto alle accuse di Winona Ryder, sottolineando come le dichiarazioni dell’attrice siano del tutto false

Mel Gibson ha risposto alle affermazioni di Winona Ryder secondo cui l’attore e regista vincitore dell’Oscar avrebbe formulato frasi antisemite e omofobe nei confronti della collega e di un suo amico omosessuale. Gibson ha accusato la star di Stranger Things di mentire riguardo le loro interazioni

Quello che dice è falso al 100%. Ha mentito oltre un decennio fa, quando ne ha parlato con la stampa, e sta mentendo ora.

Queste le parole di un rappresentante di Gibson in una dichiarazione rilasciata a Variety. Ryder ha accusato Gibson di fare commenti antisemiti e anti-gay in una recente intervista al Sunday Times. Aveva già raccontato cose simili in passato.

Ryder ha continuato dicendo che Gibson in seguito ha cercato di scusarsi con lei per i suoi commenti. Il portavoce di Gibson afferma che anche questo non è vero:

Ha mentito dicendo che lui cercava di scusarsi con lei. Lui l’ha contattata, molti anni fa, per confrontarsi con le sue bugie ma lei si è rifiutata di affrontarlo.

La carriera di Gibson si bloccò nel 2006 quando fu arrestato e disse alla polizia che “Gli ebrei sono responsabili di tutte le guerre nel mondo!“. Ha anche usato insulti razziali nelle registrazioni audio di uno scontro avuto con l’ex fidanzata Oksana Grigorieva, pubblicato nel 2010 da RadarOnline. Nonostante questo, la vita professionale di Gibson si è ripresa. È stato nominato per un Oscar per la regia del film di guerra del 2016 La battaglia di Hacksaw Ridge ed è apparso nel film di successo Daddy’s Home 2.

Fonte: Variety
Tags: Mel Gibson

Articoli correlati